Cristalli CBD: cosa sono e come funzionano

Cristalli CBD e olio CBD

Cosa sono i cristalli CBD, come si usano e a cosa servono.

I cristalli CBD sono una forma praticamente pura del cannabidiolo, il principio attivo non psicotropo della marijuana. Sono uno dei prodotti maggiormente ricercati degli ultimi tempi insieme alla cannabis light e sono la materia prima che compone l’olio CBD, ma non tutti ne conoscono gli effetti e gli utilizzi.

Probabilmente anche tu ti stai chiedendo: <<Ma i cristalli CBD cosa sono?>> oppure <<I cristalli CBD come si usano?>> e noi vogliamo darti delle risposte semplici e precise allo stesso tempo!

Per questo motivo abbiamo dedicato interamente questo articolo ai cristalli CBD: continua a leggere per scoprire come si producono, come si utilizzano e quali sono i loro effetti sull’organismo umano.

Cosa sono i cristalli CBD e come avviene la loro estrazione dalla pianta di cannabis.

cristalli cbd estrazione dalla cannabis e utilizzi

I cristalli CBD provengono dalla pianta di cannabis, di solito Cannabis Light con elevati contenuti di cannabidiolo, da cui vengono rimossi tutti i terpeni (o quasi tutti), i flavonoidi e gli altri principi attivi fatta esclusione del CBD. Ne derivano dei cristalli, chiamati anche frantumi, con altissime quantità di cannabidiolo, presente di solito in percentuali che vanno dal 97 al 99%. Per questo motivo questi prodotti venino altresì chiamati cristalli CBD puro.

Le molecole isolate di CBD si estraggono dalla pianta con un metodo estremamente preciso, chiamato estrazione con CO2 supercritica. Si tratta di un processo che prevede l’immissione di materie prime – come la cannabis – e di anidride carbonica allo stato supercritico – una via di mezzo tra lo stato liquido e gassoso – all’interno di un sistema chiuso.

Questo sistema, tendenzialmente un macchinario, presenta al suo interno una pressione e una temperatura tali da permettere l’evaporazione di un determinato principio attivo, in questo caso il CBD, che risulta estratto allo stato puro. Tendenzialmente si può utilizzare un solvente per facilitare l’estrazione delle molecole del principio attivo; nel caso dei cristalli di CBD i produttori rimuovono completamente il solvente o, in alternativa, questo non viene in alcun modo utilizzato.

Il risultato sono principi attivi estremamente puri: oltre il 97, 98 o 99% di CBD, i cristalli contengono al massimo piccole percentuali di terpeni, ovvero composti che danno gusto e profumo alla pianta.

Vogliamo precisare che la produzione di cristalli di CBD prevede l’allontanamento di qualsiasi percentuale di THC; di conseguenza i cristalli non agiscono in alcun modo sulla nostra psiche e non sono una droga. Gli effetti del CBD sono infatti esclusivamente corporei.

Leggi anche: Miglior olio CBD, ecco le caratteristiche

Quali sono gli effetti dei cristalli di CBD?

Essendo dei prodotti che presentano quasi esclusivamente cannabidiolo (oltre poche quantità di terpeni della cannabis), i cristalli CBD presentano gli stessi effetti di questo cannabinoide. Ecco di seguito di quali effetti parliamo:

  • Antinfiammatorio
  • Antidolorifico
  • Antispastico
  • Stimolante della fame
  • Rilassante (a livello muscolare)
  • Ipotensivo
  • Antiemetico
  • Antiossidante
  • Neuroprotettivo

Sono risultati davvero interessanti per la salute dell’uomo e consentono di evitare l’utilizzo di alcune terapie con numerosi effetti collaterali, come l’assunzione di classici analgesici e antinfiammatori. Per quanto riguarda gli effetti collaterali dei cristalli di CBD, questi potrebbero dare sonnolenza e abbassare la pressione, dunque il loro utilizzo è sconsigliato prima di mettersi alla guida e nelle persone che soffrono di ipotensione.

Anche le donne in gravidanza dovrebbero evitare di assumere il cannabidiolo in quanto non ci sono abbastanza ricerche a riguardo che ci permettano di comprendere se il CBD possa provocare danni al feto.

Dopo aver letto queste informazioni, probabilmente vorrai conoscere come assumere cristalli CBD. Continua a leggere l’articolo e lo scoprirai!

Come usare i cristalli CBD?

Esistono numerosi metodi di assunzione dei cristalli di CBD, tendenzialmente semplici da mettere in pratica. Vediamo di seguito quali sono e tutti i dettagli a riguardo.

Olio CBD

Gran parte dei cristalli prodotti a livello industriale vengono poi trasformati in olio di CBD grazie alla diluizione dei cristalli in olio di cocco. Diluire cristalli CBD in olio non è una pratica da fare in casa, in quanto solo le aziende produttrici conoscono le quantità di cristalli da utilizzare senza che la quantità di CBD sia eccessiva per chi potrebbe assumere gli olii.

L’olio di CBD può essere applicato a uso topico o ingerito per via sublinguale: le persone che utilizzano maggiormente questo prodotto lo fanno per beneficiare dei suoi effetti antidolorifici, antinfiammatori e rilassanti.

Clicca qui per acquistare il nostro olio CBD prodotto dalla celebre azienda italiana Sensitiva!

Miscelazione con alimenti

Uno dei metodi di assunzione dei cristalli di CBD, se certificati per uso alimentare, è quello di ingerirli previa miscelazione con grassi naturali presenti negli alimenti come il formaggio, il burro, il latte e gli oli da cucina. Un altro prodotto a base di cristalli CBD in commercio è il cioccolato, naturalmente apprezzatissimo dai consumatori.

Non ti sorprenderà sapere che i prodotti alimentari che contengono i cristalli di CBD puri siano tra i più quotati in quanto molto semplici da consumare.

Cristalli CBD per massaggi

Puoi utilizzare i cristalli di CBD per massaggi mischiandoli prima di tutto a un olio (il CBD è liposolubile, ovvero si discioglie nei grassi, mentre è idrorepellente) e poi utilizzandoli per massaggiare la pelle o una zona dolorante.

Capsule di cristalli CBD

Le capsule sono una delle forme commestibili dei cristalli di CBD. A differenza della miscelazione con i cibi, queste capsule presentano forme concentrate di cannabidiolo: questo potrebbe essere un vantaggio ma anche uno svantaggio per coloro che non tollerano l’assunzione di questi concentrati, per esempio chi soffre di pressione bassa.

In conclusione

Uno dei migliori prodotti realizzati con i cristalli di CBD sono gli oli realizzati con cannabidiolo puro unito all’olio di cocco. Acquista subito il nostro olio CBD Sensitiva su Just Bob, prodotto amato da tutti i nostri clienti!

Per realizzare il nostro olio di CBD, il cannabidiolo viene estratto dalla pianta di cannabis mediante il metodo di estrazione con CO2 supercritica e poi unito all’olio di cocco estratto a freddo. Il risultato è un prodotto dalle concentrazioni di CBD variabili (trovi boccette dal 5 al 25% di CBD), altamente benefico e gustoso!