Dove trovare semi di marijuana da collezione

dove tovare semi di cannabis

Tutto ciò che devi sapere se ti chiedi dove trovare semi di marijuana.

Il mercato della cannabis CBD online è così ampio che tantissime persone si sono appassionate al prodotto e si chiedono dove trovare semi di marijuana da collezionare. Anche tu ti sei fatto questa domanda e vuoi saperne di più a riguardo?

Siamo sicuri che, al termine di questo articolo, saprai precisamente quale negozio scegliere e come acquistare semi di cannabis online in tutta sicurezza (senza rischiare guai con la legge).

Vuoi sapere tutto, ma proprio tutto, sul mercato dei semi di marijuana? Allora prosegui con la lettura e arriva fino alla fine!

È legale comprare semi di marijuana in Italia?

In realtà sì: nonostante ci siano davvero pochissimi negozi che trattano questo prodotto, puoi acquistare semi di cannabis in Italia, che si tratti di canapa sativa o di canapa indica. Ti potrà sembrare una contraddizione, ma puoi comprare questi prodotti perché non presentano THC (né altri cannabinoidi come il CBD, il THCP etc).

dove comprare semi di cannabis e olio cbd

Puoi dunque acquistarli in qualsiasi negozio specializzato (preferibilmente online, per evitare di creare sospetti entrando in uno dei pochi Grow shop presenti in Italia).

Ma attenzione ai fini per cui li acquisti!

In Italia puoi comprare semi di cannabis da collezione, mentre è severamente vietato coltivare marijuana in casa, in giardino e in qualsiasi altro luogo. Qualora piantassi e facessi germogliare i semi di canapa commetteresti un reato penale o un illecito amministrativo in base al particolare caso.

Nello specifico, chi coltiva cannabis con l’obiettivo di venderla o comunque cederla a terzi rischia diversi anni di carcere, oltre che il pagamento di multe salate.

Chi invece coltiva cannabis per il solo uso personale – è questo è tutto da dimostrare, in particolare mediante le quantità coltivate che dovrebbero essere minime – rischia la sospensione di un documento, come la patente di guida o il passaporto, e la segnalazione al Ser.D. (ex SerT).

Ti consigliamo, dunque, di non coltivare cannabis perché andresti contro la legge. In Italia, per il momento, la legalizzazione sembra un miraggio. Però i semi di cannabis si possono comprare in tutta sicurezza, senza andare contro alcuna normativa.

Leggi anche: Come comprare marijuana su Internet (in sicurezza)

Dove comprare semi di cannabis?

Tranquillo, non sei l’unico a non sapere dove trovare semi di marijuana.

Il mercato online è ben fornito e ti consente di scegliere tra tantissime varietà di semi di canapa sativa e indica. Su Internet trovi le seguenti varietà di semi:

  • semi femminizzati
  • semi autofiorenti
  • semi veloci, chiamati anche fast flowering seeds

Ne esistono davvero tantissimi e appartenenti a numerose varietà. Inoltre, finché non germogliano, sono prodotti legali al 100%. Anche se li riceverai a casa non rischierai guai con la legge.

Ma come fare per scegliere semi di cannabis di qualità?

dove comprare semi di marijuana online

Semi di canapa di qualità: ecco come scegliere i migliori.

I migliori semi di cannabis presentano queste caratteristiche principali:

  • Sono maturi. Presentano una colorazione che può virare dal marrone al grigio (spesso con delle striature di colore più scuro, che formano un reticolato sul seme) e non sono in alcun modo tendenti al verde.
  • La loro conservazione è sottovuoto. In questo modo umidità, muffa e altri agenti esterni non possono in alcun modo intaccare i semi.
  • Appartengono ad eccellenti varietà di cannabis, come la Gorilla Glue, la Godzilla Glue, la Green Tiger etc. Molte presentano anche nomi poco noti perché vengono battezzate dai loro produttori, ma sono frutto di incroci tra i migliori ceppi (di solito trovi i dettagli nelle schede prodotto).
  • Sono prodotti da Banche di semi di cannabis esemplari e famose in tutto il mondo per la qualità dei loro prodotti, come BSF Seeds. Questa azienda in particolare coltiva (legalmente) cannabis in California, incrocia i migliori ceppi e utilizza metodi di coltivazione innovativi per produrre semi pregiati. Lavora nel campo da decenni e studia costantemente al fine di mettere in commercio le migliori semenze di canapa.
  • Possono (potenzialmente) produrre piante di cannabis con bud dai gusti, dagli aromi e dagli effetti ricercati in tutto il mondo e presentano alte quantità di THC e CBD. Ti ricordiamo che in Italia non si può coltivare cannabis, ma in altri Paesi sì e i coltivatori sanno bene quali ceppi prediligere rispetto ad altri.

È arrivato il momento di rispondere a una domanda che potresti avere in mente: quali semi di cannabis scegliere tra femminizzati, autofiorenti e fast flowering?

Leggi anche: Cannabis pro e contro: 5 benefici (oggettivi) della legalizzazione

Differenza tra semi femminizzati, autofiorenti e veloci.

I semi di maria da collezione sono prodotti pregiati e richiestissimi in tutto il mondo. Quelli più venduti non sono però i semi regolari, che hanno il 50/50 di possibilità di dar vita a piante femminili e maschili.

Come ti abbiamo anticipato, i semi maggiormente ricercati sono i femminizzati, gli autofiorenti e i quick (chiamati anche veloci o fast flowering). Ma quali dovresti scegliere per ampliare la tua collezione?

La risposta a questa domanda dipende dalle tue esigenze, ma puoi trovarla leggendo le caratteristiche di questi prodotti:

  • Semi femminizzati: sono semi che hanno subito modifiche ormonali affinché abbiano il 99% delle possibilità di dar vita a piante di genere femminile. Tali piante hanno fioritura stagionale come quelle nate dai semi regolari.
  • Semi autofiorenti: generano piante che fioriscono autonomamente (e in maniera rapida) a prescindere dalle quantità di luce e buio che ricevono. I semi autofiorenti BSF Seeds sono sempre femminizzati, mentre non possiamo affermare lo stesso riguardo i semi prodotti da altre banche.
  • Semi fast flowering: le piante che producono hanno una crescita rapidissima e una fioritura altrettanto rapida, tanto da esser pronte per il raccolto entro circa 7 settimane.

Ricordandoti che coltivare marijuana in Italia è illegale e che ciò di cui abbiamo parlato nell’articolo siano semi di canapa da collezione, ti auguriamo una buona scelta e un buon acquisto di semi di cannabis online.