Infiorescenze di canapa: cosa sono e che proprietà hanno?

infiorescenze di canapa

Infiorescenze di canapa: tutto quello che c’è da sapere sui suoi benefici

Se hai deciso di aprire questo articolo, significa che anche tu vorresti saperne di più sulle infiorescenze di canapa, dico bene?

A causa della disinformazione, è errore comune associarla alla marijuana o addirittura alle droghe pesanti, il che ha portato a ignorarne i potenziali benefici per tanto tempo.

Ed è con il proposito di fare maggiore chiarezza che in questo articolo vedremo di capire meglio quali sono gli usi e le proprietà benefiche dei fiori di canapa.

Hai già l’impressione che questo articolo faccia al caso tuo?

Buona lettura.

infiorescenze di canapa

Che cos’è un’infiorescenza di canapa?

Le infiorescenze di canapa sono i frutti della canapa industriale – una varietà di Cannabis Sativa dalle numerose proprietà – che, a causa della sua origine e della disinformazione, sono state a lungo evitate.

Infatti i fiori di canapa, per la loro somiglianza con i germogli di marijuana, sono spesso associati alle droghe.

Tuttavia, questa affermazione è tanto falsa quanto errata, poiché, si tratta in realtà di gemme con un contenuto di tetraidrocannabinolo (THC) basso o inesistente, ma alto e ricco di altri cannabinoidi come cannabidiolo (CBD) e cannabigerolo (CBG). Entrambi sono completamente innocui e possiedono numerose proprietà naturali benefiche per la salute.

Ma attenzione, avere un occhio di riguardo per la concentrazione di THC non è sufficiente. Per evitare la produzione illegale di piantagioni psicotrope, è importante anche curare l’origine delle piante.

Cioè?

Significa che i fiori di canapa devono provenire da ceppi che, a loro volta, sono fioriti da semi certificati dall’Unione Europea e che quindi rispettano i requisiti legali del mercato italiano.

Leggi anche: Come conservare i semi di cannabis correttamente

Infiorescenze di canapa: benefici e proprietà

I fiori di canapa, essendo ricchi di CBD e CBG, possiedono innumerevoli proprietà che possono essere di grande aiuto per combattere diverse malattie e sintomi.

Ad oggi però, l’ignoranza e il pregiudizio nei confronti di questa pianta hanno impedito la realizzazione di studi su larga scala sui suoi benefici. Fortunatamente, grazie alla sua depenalizzazione in molti paesi come gli Stati Uniti, il Canada e Israele, sono sempre più numerose le analisi a sostegno delle sue proprietà terapeutiche.

Queste ultime, per lo più condotte su topi o cellule umane di laboratorio, ne ratificano l’uso come trattamento o coadiuvante per malattie o sintomi quali:

  • glaucoma;
  • ansia;
  • rallentamento della progressione dell’Alzheimer;
  • alleviamento del dolore della sclerosi multipla e i disturbi artritici;
  • trattamento delle malattie infiammatorie intestinali, come il morbo di Crohn;
  • riduzione degli effetti collaterali nel trattamento dell’epatite C;
  • riduzione dei tremori nei pazienti con Parkinson.

Ma non è tutto.

Pare che le infiorescenze possano essere efficaci contro le crisi epilettiche nelle persone affette da alcune sindromi come quella di Dravet o di Lennox-Gastaut. In più, pare possa influenzare i cicli del sonno, eliminare gli incubi o la sonnolenza diurna e ridurre gli effetti collaterali dei trattamenti antitumorali.

Secondo alcuni studi molto promettenti, infatti, la canapa allevierebbe la nausea della chemioterapia grazie alle sue proprietà antiemetiche, oltre a stimolare l’appetito.

A questo punto potresti chiederti come tutto ciò sia possibile.

Questo è dovuto in larga misura grazie alla sua interazione con il sistema endocannabinoide e i suoi recettori – in particolare con i recettori CB1 e CB2 – ed è una giustificazione sufficiente per il fatto che, al giorno d’oggi, ci sono numerosi articoli con cannabidiolo disponibili al pubblico nei negozi online di CBD,  come il nostro di Justbob.

canapa infiorescenze

Usi delle infiorescenze di canapa

#1 Estrazioni per la produzione di prodotti a base di CBD

L’olio di CBD è un ottimo modo per ottenere i benefici del CBD e del CBG ; noto anche come olio di canapa, è di gran moda in Europa e sono sempre più numerosi i negozi in cui è possibile acquistarlo, come il nostro CBD shop. Vale la pena notare che la maggior parte degli oli di CBD sono proprio a base di olio di canapa, ma anche di oliva e di cocco.

Il problema però si è presentato nel 2019, quando l’UE ha classificato il CBD come nuovo alimento, consentendone la vendita esclusivamente come cosmetico. Tuttavia, la Commissione Europea ha comunicato che il CBD non è considerato un farmaco stupefacente e può quindi essere commercializzato come alimento all’interno dell’Unione Europea.

Un altro uso diffuso del fiore di canapa è quello di ricavarne estrazioni da utilizzare per la produzione di cosmetici a base di CBD.

#2 Resine

I fiori di canapa possono essere utilizzati anche per produrre resine o hashish, benché il problema delle prime è il livello di THC.

Mi spiego meglio.

Ad oggi, è molto difficile trovare una resina che non superi i limiti legalmente stabiliti di questo cannabinoide. Per questo motivo molti produttori aggiungono terpeni e aromi, trasformando la resina in un prodotto non organico al 100%.

#3 Tè o infusi ai fiori di canapa

Anche i tè ai fiori di canapa stanno diventando sempre più popolari. A differenza di altre erbe come la camomilla, i cannabinoidi sono liposolubili, cioè si sciolgono nei grassi.

Pertanto, se si desidera beneficiare di un effetto maggiore, si dovrebbe preparare questo infuso con latte o una bevanda vegetale.

Leggi anche: Monster cropping: in cosa consiste e quali sono i vantaggi di questa tecnica?

Conclusioni

In questo articolo abbiamo visto che cosa sono le infiorescenze di canapa, quali sono i suoi usi e le sue proprietà.

Se dunque sei alla ricerca di prodotti di qualità, puoi trovare la migliore canapa legale su Justbob, l’e-commerce di punta del settore.

Ti aspettiamo su Justbob, a presto!