Olio di CBD: la vendita in Italia è consentita?

olio di cbd vendita

La vendita di olio di CBD è permessa in Italia e negli altri Stati?


L’olio CBD è un estratto della pianta di cannabis, ottenuto attraverso la distillazione a vapore delle inflorescenze. Il ricavo di questo primo processo è una sostanza greggia che contiene tutti i terpeni della marijuana, dalla quale poi, con un metodo di estrazione detto alla CO2, si ricava olio di CBD purificato.

Questo prodotto si presenta fondamentalmente in due forme:

  • Olio a spettro completo, o grezzo, che viene mischiato a altri oli vegetali. Non è sempre omogeneo, presenta un colore verde scuro e conserva tutti i terpeni della cannabis, ovvero tutte le sostanze aromatiche con riconosciuti effetti terapeutici (in particolare, per l’appunto, il CBD);
  • Olio purificato, dal colore chiaro, con aromi naturali e dalla consistenza liquida, filtrato in modo da rimuovere le altre sostanze, tra cui il THC;

Vuoi conoscere nei dettagli la differenza tra CBD e THC? Leggi il seguente articolo: “THC e CBD: cosa sono?“.

A sua volta l’olio CBD è presente sul mercato con varie concentrazioni, che in genere vanno dal 2% al 30%.

È possibile trovare oli di CBD con concentrazioni anche al 50%, i cosiddetti oli “Pure”, ma sono rari e particolarmente costosi. Inoltre raramente il corpo necessita di questi tassi di concentrazione per registrare gli effetti positivi del cannabidiolo.

Ad esempio, per lievi disturbi (come l’insonnia) sono sufficienti concentrazioni basse (2,5/5%) al fine di godere dell’effetto analgesico e rilassante.

vendita olio cbd per dormire

Per disturbi un po’ più gravi e fastidiosi, come una forte infiammazione o un’emicrania particolarmente violenta, si può registrare un significativo sollievo con concentrazioni medie (5/10%). Disturbi più dolorosi, invece, necessitano solitamente di concentrazioni medio-alte, dal 15% fino al 30% di CBD.

Un altro fattore importante, inoltre, è costituito dalla tua familiarità con la marijuana light o psicotropa. Se non hai mai assunto cannabis, infatti, dovresti partire da dosi minime e concentrazioni basse.

Se invece sei un consumatore abituale potresti necessitare di CBD ad alta concentrazione per registrarne gli effetti.

Vuoi conoscere gli effetti dell’erba light? Leggi il seguente articolo: “Gli effetti della cannabis legale“.

Olio di CBD in Italia: cosa dice la legge n.242

L’olio CBD purificato è completamente legale in Italia. Essendo completamente THC free, privo di alcuna traccia del metabolita psicoattivo della cannabis, questo prodotto figura come integratore alimentare ed è liberamente acquistabile in farmacia o sui siti di e-commerce come justbob.it.

Proprio perché considerato un integratore, non necessita di ricetta medica particolare e il suo consumo non è soggetto ad alcuna restrizione.

Oltre ai negozi dedicati alla cannabis light, l’olio CBD è presente sugli scaffali della farmacia in diverse forme:

  • CBD in capsule, ovvero capsule di olio di CBD, per coloro che ne fanno uso pur non apprezzandone il sapore. Le capsule impiegano in media più tempo della soluzione sublinguale per fare effetto, con tempistiche che si aggirano tra i 10 e i 25 minuti;
  • CBD in soluzione sublinguale, sicuramente il metodo più veloce, che richiede dai 5 ai 20 minuti per fare effetto. L’olio si assume versando un certo numero di gocce sotto la lingua e lasciarle in bocca per un paio di minuti prima di ingoiarle;
  • CBD in lozione o crema, a base di olio, da applicare direttamente sulla zona interessata e particolarmente efficaci nel trattare infiammazioni, lesioni, dolori articolari e artriti. Le lozioni, gli unguenti e i balsami a base di olio di CBD impiegano in media una decina di minuti per fare effetto;
  • CBD edibile, sempre a base di olio, da ingerire. Sicuramente il metodo di assunzione più lento, che può aver bisogno dai 30 minuti alle 2 ore per fare effetto, ma che garantisce sicuramente effetti più prolungati in quanto la digestione dell’olio di CBD, sostanza idrofoba, impiega più tempo e resta in circolo più a lungo.

Per quanto riguarda, invece, l’olio di CBD a spettro completo, o grezzo, in Italia, in virtù della legge del 2 dicembre 2016, n.242, che liberalizza il commercio della cannabis legale, risulta essere legale la compravendita dello stesso solo nel caso in cui presenta concentrazioni di THC a norma di legge, comprese tra lo 0,2% e lo 0,6%.

In quanto contiene, seppur in minima parte, tracce di THC, l’olio CBD a spettro completo è soggetto a maggiori restrizioni: la sua assunzione, infatti, può portare a risultare positivi al test anti-droga e, conseguentemente, ad una serie di provvedimenti (per esempio il ritiro della patente di guida).

La legge n.242, infatti, legalizza la compravendita della cannabis light e dei suoi derivati ma non riconosce l’uso ricreativo dei prodotti con contenuto di THC nei parametri previsti dalla legge. Per cui l’olio di CBD a spettro completo può essere acquistato ma, teoricamente, non assunto se non sotto prescrizione medica.

Le politiche degli altri Stati Europei sull’olio CBD

In Europa, l’olio CBD può essere liberamente acquistato nei seguenti Stati:

  • Austria
  • Belgio
  • Olanda
  • Danimarca
  • Romania
  • Spagna 
  • Italia.

Nel Regno Unito è considerato legale solo l’olio CBD completamente purificato, senza tracce di THC.

In Svizzera il THC è considerato illegale, ma il CBD non è sottoposto ad alcuna regolamentazione della legge svizzera sui narcotici, per cui oli con concentrazioni di THC inferiori all’1% possono tranquillamente essere prodotti e commercializzati.

In Lussemburgo la legalizzazione della cannabis light del giugno 2018 ha comportato la libera commercializzazione di olio di CBD con contenuto di THC inferiore allo 0,3%.

Questo prodotto rimane però illegale in Francia e nella maggior parte dei Paesi della Penisola Balcanica.