Vaporizzatore per cannabis: cos’è, come funziona e come scegliere il migliore

vaporizzatore per cannabis cos'è

Come funziona il vaporizzatore di erba, quale scegliere e quali sono le differenze con il fumo.

Tra i metodi più popolari per consumare marijuana non esiste solo il fumo: c’è anche la vaporizzazione, che sta prendendo sempre più piede tra gli appassionati di erba classica ed erba light.

Probabilmente anche tu vuoi saperne di più riguardo il vaporizzatore per cannabis, i vantaggi di questo sistema e i migliori dispositivi sul mercato, ma non trovi abbastanza informazioni a riguardo.

In questo articolo abbiamo voluto approfondire nella maniera più esaustiva possibile tutto ciò che dovresti sapere su questo sistema: che cos’è, perché è così utilizzato dagli estimatori di cannabis legale e dove acquistarlo a un buon rapporto qualità prezzo.

Siamo sicuri che, tra qualche minuto, sarai pienamente soddisfatto/soddisfatta delle tue nuove conoscenze in materia!

Che cos’è il vaporizzatore di erba e come funziona?

persona che usa un vaporizzatore di erba

La vaporizzazione della marijuana consiste nel portare i fiori di cannabis essiccati, l’olio di CBD e altri prodotti a base di erba legale a una temperatura di poco inferiore al punto di combustione. Sia i bud che i concentrati di canapa legale si possono vaporizzare mediante l’uso di particolari dispositivi, chiamati per l’appunto vaporizzatori.

Gran parte di questi sistemi sono progettati per riscaldare i prodotti a base di cannabis a una temperatura compresa tra i 180 e i 190°C, senza arrivare alla combustione e dunque evitando il rilascio di pericolose sostanze cancerogene.

Nello specifico, il vaporizzatore è un apparecchio elettronico, portatile o meno, costituito da una base che vaporizza i prodotti – in genere erbe essiccate o olii – e da un foro d’uscita collegato a un imboccatura o a un sacchetto, che permette all’utente di inalare i vapori.

Le persone che usano i vaporizzatori ottengono gli stessi effetti del CBD (o del THC, in caso di marijuana classica) ma mediante una procedura ben più sana del fumo.

Leggi anche: Cima di marijuana: cos’è, come riconoscerla e quando è di qualità.

Quali sono i vantaggi della vaporizzazione rispetto alla combustione?

I vaporizzatori riscaldano i prodotti a base di marijuana legale trasformando i cannabinoidi e i terpeni in vapore. Rispetto alla combustione dell’erba (e dunque a consumo mediante canne e pipe), questo processo preserva una maggiore quantità di principi attivi della cannabis. Ciò significa che può incrementare gli effetti benefici del prodotto rispetto all’assunzione mediante fumo.

Al momento, gli studi sulla vaporizzazione della canapa sono limitati ma fanno presagire dei benefici rispetto alla combustione. Per esempio, uno studio del 2007 (Earleywine M, Barnwell SS. Decreased respiratory symptoms in cannabis users who vaporize. Harm Reduct J. 2007) ha analizzato i sintomi respiratori riferiti da un gruppo di persone che consumava sia tabacco che cannabis.

I ricercatori hanno scoperto che la vaporizzazione aumentava i cannabinoidi consumati, ma allo stesso tempo riduceva i cattivi sintomi respiratori nei fumatori di marijuana. Hanno quindi concluso che la vaporizzazione è un metodo che evita l’inalazione di tossine associate alla combustione dei materiali.

Dunque, vaporizzare la cannabis significa evitare i problemi di salute associati al fumo, come gli agenti cancerogeni, il catrame e le centinaia di sostanze tossiche prodotte con la combustione!

Esistono due principali tipi di dispositivi capaci di mettere a punto questo processo: andremo ad analizzarli nel seguente paragrafo

I diversi modelli di vaporizzatore per cannabis: da quello portatile al modello da tavolo

Come hai potuto leggere poc’anzi, in commercio puoi trovare due principali modelli di vaporizzatore, ovvero i seguenti:

  • Vaporizzatori da tavolo, che richiedono un ripiano fisso per l’utilizzo e, di solito, una presa elettrica per poter funzionare. Per quanto riguarda l’erogazione di vapore, il dispositivo da tavolo può avere un tubo o un sacchetto per raccogliere i cannabinoidi evaporati.
  • Vaporizzatori portatili. Sono di piccole dimensioni, discreti, leggermente più grandi della sigaretta elettronica. Come il vaporizzatore da tavolo, il dispositivo portatile presenta una camera per contenere il bud o il concentrato di cannabis, un elemento riscaldante e una via d’uscita per il vapore (che presenta, in questo caso, una bocchetta. Funziona a batteria e ti consente di regolare la temperatura mediante dei pulsanti.
vaporizzatore portatile per cannabis

Perché non abbiamo incluso la sigaretta elettronica tra questi? Il motivo è semplice. Affinché l’e-cigarette funzioni, necessita di liquidi a base di glicerina vegetale e glicole propilenico (che costituiscono la cosiddetta “base neutra”). Non sappiamo – perché non ci sono studi a riguardo – se vaporizzare THC o CBD insieme a questi due composti chimici sia dannoso o meno per la salute.

Anzi, delle notizie ci suggeriscono il contrario, come quella relativa all’epidemia da svapo scoppiata negli USA proprio a causa dei liquidi per sigaretta elettronica a base di THC.

I classici vaporizzatori, ovvero quelli da tavolo e portatili con camera di vaporizzazione, non necessitano invece dell’aggiunta di altri composti oltre i fiori di cannabis light o ad alto contenuto di THC oppure le cartine per vaporizzazione (in questo caso parliamo di marijuana medica, come la Bedrocan).

Ma quale dispositivo scegliere?

Leggi anche: La marijuana fa male? Ecco la risposta ai tuoi dubbi.

Quale apparecchio scegliere per vaporizzare la marijuana?

In realtà non c’è uno migliore tra tutti, ma ti suggeriamo di pensare alle tue esigenze personali. Se fai uso di cannabis prevalentemente tra le mura domestiche potrebbe andar bene un vaporizzatore da tavolo, capace di contenere maggiori quantità di materie prime rispetto a un vaporizzatore portatile.

Se vuoi qualcosa di più comodo, leggero, da portare con te ovunque tu vada, allora un dispositivo portatile è di sicuro ciò che fa al caso tuo.

Altrimenti puoi optare per entrambe le versioni!

Per una scelta davvero oculata ti suggeriamo di dare un’occhiata al sito ilvaporizzatore.com, con particolare attenzione all’articolo sulla scelta del dispositivo giusto.

Mentre valuti bene quale apparecchio comprare, acquista subito la migliore canapa light su Justbob, il nostro negozio di prodotti al CBD online!