Effetto greenout: come funziona la ‘sbornia da cannabis’?

effetto greenout

Greenout: ecco tutto quello che devi sapere

Che cos’è il greenout?

Ignorare le conseguenze della ‘sbornia da cannabis’ potrebbe avere grosse ripercussioni sul malcapitato o sulla malcapitata, come attacchi di panico e preoccupanti allucinazioni.

Esatto, proprio così.

Per tale motivo, in questo articolo vedremo cosa si intende per greenout e quali sono i suoi principali sintomi.

effetto greenout

Partiamo dalle basi: che cos’è il greenout?

Il greenout è un termine usato per descrivere una situazione di malessere dopo aver fumato cannabis.

La persona in questione tende a diventare pallida, inizia a sudare, soffre vertigini e nausea e può addirittura avere i conati di vomito.

Per alcuni può essere un’esperienza abbastanza spaventosa che potrebbe provocare stati di ansia e panico, e non è raro che alcuni abbiano persino delle allucinazioni.

Il greenout viene spesso descritto come ‘overdose da cannabis’ ed è molto più probabile che si verifichi se una persona ha bevuto alcolici prima di iniziare a fumare.

Esatto, hai letto bene.

Stando ad alcuni studi, pare che la presenza di alcolici nel sangue può far sì che il corpo assorba il THC (la parte della cannabis che ha effetti psicoattivi) più velocemente.

Quindi se una persona ha mischiato alcol e marijuana, quest’ultima viene assorbita rapidamente e può dare luogo a un effetto molto più forte e, spesso e volentieri, alquanto sgradevole.

Ma veniamo al dunque: quali possono essere le conseguenze di questo fenomeno?

Leggi anche: Olio di CBD per via sublinguale: qual è la differenza con le altre modalità di assunzione?

Quali sono i principali pericoli associati al greenout?

Anche se non è sempre così, la maggior parte delle persone che ha provato il greenout ha bevuto alcolici prima di consumare cannabis.

Come abbiamo anticipato poco fa, la combinazione delle due sostanze può aumentare il rischio che qualcosa vada storto, come un possibile e preoccupante rallentamento del sistema nervoso centrale.

Inoltre la cannabis ha un effetto antiemetico, il che significa che inibisce il vomito.

Capisci bene che questo diventa un bel problema, specie se la persona in questione è ubriaca.

Il fatto che una persona vomiti dopo aver bevuto, è legato a una funzione del corpo che cerca di proteggersi dall’avvelenamento, e lo fa svuotando il contenuto dello stomaco così da impedire di assorbire altro alcol e, successivamente, di raggiungere il cervello.

Se non si è in grado di vomitare dopo aver bevuto, il rischio è di soccombere agli effetti dell’avvelenamento da alcol.

Un altro problema legato al greenout riguarda gli attacchi di panico, che potrebbero spaventare la persona in questione. Tuttavia, sebbene siano allarmanti, sono relativamente innocui e di solito passano in poco tempo.

Infine, tra gli altri sintomi si annoverano:

  • difficoltà a respirare;
  • affanno;
  • respiro accelerato;
  • difficoltà a deglutire;
  • sudore;
  • brividi;
  • emicrania;
  • mal di schiena;
  • dolori al petto;
  • palpitazioni.

Insomma, c’è ben poco da scherzare.

Per questo motivo, adesso vediamo come comportarsi se una persona sta soffrendo di ‘sbornia da cannabis’.

greenout

Come comportarsi in caso di greenout

Rimanere con la persona in questione

Stare soli quando si sta affrontando una crisi da greenout non è solo spaventoso – a causa delle allucinazioni di cui abbiamo parlato poco fa – ma anche estremamente pericoloso.

Per questo, è fondamentale che sia sorvegliata in ogni momento.

Il malcapitato o la malcapitata potrebbe provare un senso di smarrimento, per cui è importante che si trovi in un luogo in cui possa sentirsi al sicuro. Dovrebbe essere lontano dalla folla, dalla musica ad alto volume o rumori e luci brillanti.

Perché?

Il motivo è semplice: è preferibile non sovraccaricare la persona di stimoli, specie se sta soffrendo di allucinazioni o attacchi di panico.

Monitorarla

Come abbiamo detto, ci sono molte cose che possono andare storte durante il greenout, per cui è fondamentale che la persona venga monitorata con attenzione.

Cerca di rassicurarla: questa esperienza è di solito molto spaventosa.

Di solito la maggior parte delle persone si riprenderà senza problemi, ma di certo non si sentirà meglio in quattro e quattro otto! Continua a parlare con lei e rassicurala del fatto che non la abbandonerai e che tutto andrà bene.

Se la persona sta vivendo un attacco di panico e ha difficoltà a respirare, aiutala a inspirare ed espirare lentamente ed esortala a fare come te.

Mantenere una temperatura costante e una posizione corretta

Se la persona è particolarmente ubriaca c’è il rischio che l’alcol faccia abbassare la temperatura corporea, provocando l’ipotermia.

Assicurati quindi che stia al caldo e che rimanga in posizione eretta: è vero che rimanere sdraiati sarebbe preferibile per alleviare il senso di nausea, tuttavia è molto più difficile da monitorare in quella posizione e c’è sempre il rischio di soffocamento in caso di vomito.

Se non è in grado di sedersi, allora falla sdraiare su un fianco in posizione laterale di sicurezza.

Offrirle qualcosa da bere

Alcuni ritengono che lo svenimento possa essere causato da un calo di zuccheri nel sangue: dare alla persona qualcosa di dolce da bere, come un succo di frutta, aiuterà.

Alcuni invece suggeriscono di far bere acqua con un cucchiaio di zucchero.

In poche parole, è essenziale che la persona resti idratata.

Esortala a dissetarsi quando ne sente la necessità: costringerla a bere grandi quantità di acqua non la farà sentire meglio, anzi, in alcuni casi un’idratazione eccessiva potrebbe causare ulteriori danni.

In caso di dubbio chiedi sempre aiuto

Prendersi cura di una persona che sta vivendo questa esperienza può essere molto spaventoso, soprattutto per i giovani.

Non appena senti di non essere in grado di gestire la situazione, fatti aiutare da una persona più adulta. Naturalmente, se dovessi ritenere che sia molto grave, non esitare a chiamare un’ambulanza.

Leggi anche: Olio di CBD e gastrite: ci sono dei benefici per chi soffre di infiammazione allo stomaco?

Conclusioni

In questo articolo abbiamo visto in cosa consiste il greenout, quali sono le conseguenze e come comportarsi in questa situazione.

Come abbiamo visto, mischiare alcol e marijuana non è sempre una buona idea, specie se si acquistano prodotti di scarsa qualità.

Per questo, nel nostro sito troverai solo prodotti a base di marijuana legale, sicuri e rispettosi della normativa italiana.

Ti aspettiamo sul nostro CBD shop online, Justbob!