Olio di CBD per via sublinguale: qual è la differenza con le altre modalità di assunzione?

olio di cbd per via sublinguale

Olio di CBD: perché assumerlo per via sublinguale è considerato più efficace rispetto ad altri metodi

Se hai deciso di aprire questo articolo, significa che fai parte di quel gruppo di curiosi che vorrebbe saperne di più sui benefici del CBD assunto per via sublinguale.

Tuttavia, se hai già fatto qualche ricerca in merito, avrai notato che non ci sono tante spiegazioni esaustive.

Quindi, la vera domanda è: l’assunzione per via sublinguale è davvero una delle più efficaci?

Per risponderti in modo (finalmente) esauriente, nel prossimo articolo abbiamo raccolto alcune informazioni che tutti i consumatori di CBD per via orale dovrebbero conoscere.

assunzione dell'olio di cbd per via sublinguale

Come assumere correttamente l’olio di CBD sotto la lingua

Sebbene il metodo di assunzione del CBD per via sublinguale sia molto specifico, è anche incredibilmente semplice.

L’olio di CBD deve essere messo sotto la lingua e tenuto per almeno 60 secondi senza deglutire, in modo da dare alle molecole il tempo sufficiente per diffondersi nell’organismo attraverso le cellule epiteliali.

È importante notare che la sostanza deve essere tenuta sotto la lingua, poiché le diverse aree della bocca hanno diversi tipi di cellule e non tutte potrebbero essere abbastanza permeabili per la diffusione nel flusso sanguigno.

Questo metodo rimane invariato sia che si assumano oli o tinture di CBD, sia che si assumano dosaggi diversi.

Non esiste un dosaggio corretto o il momento migliore per farlo, poiché varia a seconda della persona e della condizione da trattare.

Inoltre, si consiglia di non assumere il CBD durante o subito dopo un pasto, poiché una parte dell’olio potrebbe essere assorbita dalle particelle di cibo e non dal flusso sanguigno.

Quindi, con quale frequenza si dovrebbe assumere l’olio di CBD sotto la lingua?

La frequenza di assunzione dell’olio CBD dipende dal singolo individuo ed è legata a vari fattori, come il peso corporeo e la gravità della patologia.

Anche se varia, la maggior parte delle persone assume l’olio di CBD per via sublinguale una o due volte al giorno, al mattino o qualche ora prima di andare a letto.

Rivolgersi a un nutrizionista qualificato può aiutarti a capire quando è meglio assumere l’olio di CBD, in base ai benefici che vorresti apportare all’organismo.

Ma cosa rende l’assunzione sublinguale così speciale rispetto ad altri metodi?

Leggi anche: Olio di CBD e gastrite: ci sono dei benefici per chi soffre di infiammazione allo stomaco?

3 benefici dell’assunzione di olio di CBD sotto la lingua (che rendono questo metodo migliore degli altri)

1. Maggiore biodisponibilità

Poiché l’applicazione sublinguale bypassa il processo metabolico della digestione, la possibilità di ‘perdere il CBD grezzo’ si riduce al minimo.

Il termine biodisponibilità, infatti, si riferisce alla quantità di una sostanza che può essere utilizzata dall’organismo, assieme al grado e alla velocità con cui questa raggiunge la circolazione sistemica.

Per quanto riguarda i prodotti a base di CBD, l’unico metodo con una biodisponibilità superiore a quella sublinguale è l’inalazione.

2. Effetto più rapido

Analogamente alla maggiore biodisponibilità, il fatto di bypassare il lento processo di digestione significa che gli effetti delle tinture di CBD assunte per via sublinguale possono essere avvertiti molto più rapidamente.

Mentre possono essere necessari più di 30 minuti per trarre beneficio dal consumo orale di CBD, l’assunzione di olio di CBD per via sublinguale può dare risultati in pochi minuti.

3. Facilità d’uso

Non dovendo preparare il prodotto o inalare fumo e vapore, l’applicazione sublinguale è più semplice.

Basta mettere qualche goccia sotto la lingua, non deglutire per circa un minuto e lasciare che il corpo faccia il resto.

olio di cbd per via sublinguale

Tenere l’olio di CBD sotto la lingua è sicuro?

La risposta è sì.

L’olio di CBD è considerato sicuro rispetto alla maggior parte delle sostanze.

In altre parole, l’assunzione di olio di CBD per via sublinguale non aumenta il rischio di effetti collaterali legati al CBD rispetto al consumo orale.

Inoltre, l’olio di CBD non ha effetti psicoattivi e non conferisce la cosiddetta sensazione di ‘sballo’, a meno che non contenga THC. Se si assume un prodotto certificato a base di olio di CBD che non contiene THC, non si avranno gli effetti collaterali comunemente associati al THC come:

  • ansia;
  • aumento della frequenza cardiaca;
  • rallentamento dei tempi di reazione;
  • perdita di memoria.

D’altro canto, l’olio di CBD da solo può aiutare a rilassarsi, a dormire più profondamente e a distendersi.

Ciononostante, per una questione etica, è opportuno considerare i possibili effetti secondari legati all’applicazione sublinguale dell’olio di CBD. C’è da dire che questi sono lievi e poco frequenti, ma è opportuno farne menzione.

Ecco i principali:

  • leggero intorpidimento sotto la lingua;
  • avversione alla consistenza dell’olio di CBD;
  • avversione al gusto delle tinture di CBD.

Leggi anche: Canapa e proprietà cosmetiche: la cannabis può essere un alleato per la cura del corpo?

Conclusioni

In questo articolo abbiamo visto in che cosa si differenzia l’assunzione sublinguale dell’olio di CBD rispetto agli altri metodi.

Ne abbiamo elencato i principali benefici e abbiamo fatto menzione di alcuni (seppur rari) effetti secondari. Ma per poter davvero beneficiare degli effetti del CBD, quello che devi fare è scegliere un prodotto di qualità come il nostro.

Il CBD shop di Justbob offre un’ampia gamma di prodotti a base di cannabis light adatti per tutti i consumatori di qualità superiore e, soprattutto, nel pieno rispetto della normativa italiana.

Per maggiori informazioni, visita il nostro sito.

A presto!