Marijuana sativa legale: differenze con la cannabis indica e migliori varietà del 2021

marijuana sativa legale differenze con indica

Che cos’è la cannabis sativa legale, come si differenzia dalla cannabis indica e la top 5 delle migliori varietà del 2021.

La canapa Sativa e la marijuana Indica sono le due principali tipologie di cannabis, da cui derivano tutti i ceppi di erba light e regolare esistenti al mondo. Questi due tipi di cannabis nascono in regioni differenti, danno effetti molto diversi tra loro e presentano delle caratteristiche morfologiche ben distinte.

Allo stesso modo, tutti i ceppi ibridi di cannabis che hanno predominanza Indica o Sativa – ovvero con genetica prevalente dell’una o dell’altra tipologia – manifestano, solitamente, gran parte delle caratteristiche della tipologia di marijuana dominante.

Oggi vogliamo parlarti delle differenze tra Sativa e Indica, concentrandoci maggiormente sulla prima tipologia e segnalandoti i migliori ceppi di cannabis light a predominanza Sativa presenti nel CBD shop di marijuana legale Justbob.

Differenze tra marijuana Sativa e Indica: partiamo dalle origini.

In campo scientifico, non c’è una differenza “ufficiale” tra le piante di Sativa e quelle di Indica: appartengono entrambe alla macrocategoria di Cannabis Sativa L., ma provengono da Paesi diversi.

Le origini differenti hanno portato le due tipologie di piante ad adattarsi ad ambienti e condizioni climatiche completamente estranee tra loro e, di conseguenza, a sviluppare delle caratteristiche ben distinguibili. Queste differenze hanno portato il mondo intero a fare una netta distinzione tra Indica e Sativa.

Parlando di origini, la cannabis Sativa nasce nelle regioni equatoriali, come la Thailandia, l’India meridionale, la Giamaica, il Messico e altre ancora.

cannabis sativa nei suoi Paesi d'origine

La marijuana Indica, invece, proviene dall’Asia centrale e dal subcontinente indiano, ovvero da Paesi come l’Afghanistan, il Pakistan, l’India settentrionale, il Tibet, il Nepal etc.

Come ti abbiamo anticipato, la crescita sotto condizioni climatiche e ambientali diverse ha portato allo sviluppo di piante dalle caratteristiche estremamente differenti.

Morfologia delle piante di cannabis Sativa e cannabis Indica a confronto.

Le piante di marijuana Sativa sono molto più alte di quelle di cannabis Indica: se quest’ultima non supera i 150 cm di altezza, la Sativa può crescere addirittura fino a 4-5 metri.

Il fusto della Sativa è slanciato e i rami sono distribuiti in maniera uniforme su tutto lo stelo principale. Al contrario, il fusto della Indica è più tozzo, si sviluppa similmente a un candelabro (ma ricorda anche la forma di un piccolo abete).

I bud, ovvero i fiori, di canapa Sativa sono più grandi rispetto a quelli prodotti dalla cannabis Indica: hanno più spazio per svilupparsi poiché crescono lungo l’intera lunghezza dei rami, anziché crescere a grappolo intorno ai nodi del fusto e dei rami come succede ai fiori di cannabis Indica.

Nonostante ciò, le gemme di Sativa sono meno pesanti rispetto ai bud di marijuana Indica; infatti, essendo più grandi e ariose, presentano minore densità.

I fiori di Sativa tendono anche ad avere un odore meno forte dei fiori di Indica, sia durante la crescita sia dopo l’essiccazione.

Concentriamoci ora sulle infiorescenze e sui loro effetti.

Leggi anche: Effetti THC nel lungo termine: ecco cosa può succedere ai fumatori cronici

Fioritura della Sativa e della Indica: tempistiche, morfologia dei bud ed effetti.

I tempi di fioritura della cannabis Indica sono più rapidi della Sativa: le Indica fioriscono, di solito, in un periodo che va dai 45 ai 60 giorni circa. Le piante di Sativa, invece, fioriscono in circa 60-90 giorni.

Tuttavia, la Sativa ha una fase di crescita vegetativa più rapida della Indica, dunque i tempi di sviluppo delle due tipologie di cannabis sono più o meno gli stessi.

I fiori di canapa Sativa sono grandi, di forma allungata e crescono lungo gli interi rami, mentre i fiori di Indica si sviluppano raggruppati negli spazi internodali del fusto e dei rami e presentano una forma più tondeggiante, simile ai pop corn.

Anche gli effetti dei fiori dei due tipi di cannabis sono molto diversi tra loro.

Effetti cannabis Sativa

Parlando della cannabis Sativa regolare, ad alto contenuto di THC, gli effetti più peculiari sono i seguenti:

  • Energizzanti
  • Euforizzanti
  • Stimolanti della creatività e della concentrazione

Tra gli effetti negativi troviamo l’eventuale ansia e paranoia.

Il responsabile di tutti questi effetti è il THC, che non viene mitigato dal CBD in quanto quest’ultimo è presente nella pianta in esigue quantità.

Effetti cannabis Indica

Gli effetti più distintivi della cannabis Indica, che presenta anche un buon livello di CBD, sono invece i seguenti:

Rilassanti sia a livello mentale che muscolare

  • Spesso soporiferi
  • Calmanti
  • Antidolorifici
  • Antispastici

Come puoi ben immaginare, gli effetti della cannabis Indica sono maggiormente adatti a un uso rilassante, mentre quelli della Sativa sono più adatti a un utilizzo ricreativo.

Gli effetti della cannabis legale, Sativa o Indica, sono invece molto simili tra loro a causa della (quasi) totale assenza di THC.

Effetti dell’erba legale Sativa e Indica

Il THC è il cannabinoide psicoattivo della pianta di cannabis e da esso dipendono tutti gli effetti mentali sia dei ceppi a dominanza Sativa che dei ceppi a predominanza Indica.

La differenza negli effetti dei due diversi tipi di cannabis dipende principalmente dal rapporto THC/CBD: la Indica ha THC elevato ma presenta anche interessanti quantità di CBD, che moderano gli effetti psicotropi del THC, mentre la Sativa ha un forte effetto psicoattivo poiché presenta piccole percentuali di CBD.

Leggi anche: THC & cervello: effetti e danni a breve e lungo termine

Nella marijuana legale, il THC è presente in quantità inferiori allo 0,2%, mentre il CBD (che mitiga l’azione del THC e ha effetti esclusivamente corporali) può perfino superare il 20% sia nella Indica che nella Sativa. Per questo motivo la canapa light agisce soltanto sul nostro corpo, senza provocare effetti psicotropi.

Più precisamente, ecco quali sono nel CBD effetti positivi ed effetti negativi, di conseguenza, della canapa legale Sativa e Indica:

  • Rilassante (a livello muscolare)
  • Antinfiammatorio
  • Antiossidante
  • Antispastico
  • Immunomodulatore
  • Ipotensivo
  • Antiemetico
  • Antidolorifico
effetti del CBD contenuto della cannabis sativa light

Come probabilmente saprai, il cannabidiolo è forte oggetto di studio scientifico proprio per le sue elevate potenzialità terapeutiche.

Dobbiamo assolvere un ultimo compito: elencare i migliori ceppi a predominanza Sativa presenti nel nostro shop Just Bob!

Le migliori varietà di cannabis Sativa legale su Justbob

Ecco, di seguito, i tipi di canapa legale online, a predominanza Sativa, più apprezzati del 2021:

Visita subito Justbob, il nostro CBD shop, per acquistare le migliori varietà di erba CBD online, hashish legale e olio CBD! Ti aspettiamo!