Vaporizzatore Hashish: come scegliere quello giusto?

vaporizzatore hashish

Qual è il migliore vaporizzatore di hashish in assoluto? Ecco la risposta.

Hai la passione per l’hashish legale ad alto contenuto di CBD e stai pensando di utilizzare un vaporizzatore di hashish per evitare di fumarla?

Effettivamente, la combustione di una canna produce migliaia di sostanze tossiche per il nostro organismo; inoltre, con questo metodo, assumono non solo cannabinoidi ma anche nicotina, in quanto tendenzialmente non si usa l’hashish puro bensì mischiato con il tabacco.

Con la vaporizzazione, invece, eviti di inalare le molteplici sostanze dannose prodotte dalla combustione, adottando un comportamento nettamente più salutare del fumo.

Ma l’uso di un vaporizzatore è davvero la scelta giusta per consumare hashish? L’introduzione di hash potrebbe rovinare questo dispositivo?

Ricordandoti che, in Italia, non è permesso consumare prodotti a base di cannabis light, vediamo di rispondere a queste domande ma allo stesso tempo di raccomandiamo di adottare comportamenti responsabili.

Un prodotto come l’hashish si può vaporizzare?

uomo che usa un vaporizzatore di hashish CBD

Sembrerà strano ma sì, un prodotto come il cosiddetto “fumo” si può utilizzare in un vaporizzatore, dunque non rovina in alcun modo il dispositivo. Il motivo è semplice: i vaporizzatori adatti alle sostanze vegetali supportano l’uso dell’hashish (sebbene non sia una pratica autorizzata in alcun modo) perché si tratta di un prodotto al 100% vegetale, specialmente se parliamo di hashish CBD.

Infatti quello proveniente dal mercato nero, oltre che essere ad alto contenuto di THC è spesso tagliato con altre sostanze altamente dannose per l’uomo, che possono oltretutto danneggiare un vaporizzatore. Al contrario, l’hashish realizzato con la marijuana legale è un composto puro al 100%, dunque assolutamente adatto al vaping.

Attenzione però: non tutti i dispositivi sono idonei a questa pratica, dunque è necessario scegliere al meglio in modo da non dover buttare il vaporizzatore al primo utilizzo.

Leggi anche: Forbidden fruit strain: tutto sul frutto proibito della cannabis light!

Perché non tutti i vaporizzatori sono adatti all’hashish?

I motivi per cui dovresti scegliere oculatamente un vaporizzatore per hashish sono 3:

  • l’hashish, con il riscaldamento, si trasforma da solido a liquido;
  • il composto lascia residui ostinati e molto difficili da togliere;
  • l’hashish vaporizza solo a una determinata temperatura.

Di conseguenza, se utilizzassi il vaporizzatore sbagliato, l’hashish potrebbe fuoriuscire dal serbatoio e colare in parti del dispositivo che si danneggerebbero irrimediabilmente (ad esempio la batteria o altre componenti elettroniche).

Dopo un evento di questo genere, il vaporizzatore diverrebbe inutilizzabile e dovresti buttarlo direttamente nel cestino della spazzatura.

Per giunta, l’utilizzo dell’hashish light lascia residui ostinati e appiccicosi, molto difficili da rimuovere! Infatti ciò che vaporizza è l’olio CBD in esso contenuto, non la polvere (kief) di cui è fatto questo prodotto.

Bisogna inoltre considerare che l’hashish si fonde solo a una determinata temperatura, ovvero dai 180-200 °C in poi. Ciò significa che, se hai un vaporizzatore poco potente, l’hashish rimarrà solido e dunque impossibile da svapare!

Possiamo quindi dirti che il miglior vaporizzatore per hashish arriva a una temperatura di almeno 200 °C e presenta una camera ermetica (utile a contenere composti vegetali sia allo stato solido che allo stato liquido) e semplice da pulire.

Dovresti fare una scelta oculata anche per quanto riguarda l’hashish in sé, in modo che tu non abbia difficoltà né a vaporizzarlo né a pulire i suoi residui dal dispositivo: i migliori a tal proposito sono quelli poco malleabili, che si sbriciolano facilmente senza sporcare troppo!

Quali sono i migliori vaporizzatori per hashish?

vaporizzatore per hashish storz & bikel

Gran parte degli estimatori di cannabis legale e hashish vanno sul sicuro e comprano i migliori vaporizzatori sul mercato: si tratta dei dispositivi dell’azienda tedesca Storz & Bickel, ideali per svapare qualsiasi prodotto vegetale.

I vaporizzatori Storz & Bikel sono riconosciuti come i dispositivi perfetti per l’hashish e la cannabis, comodi da utilizzare e semplicissimi da pulire. Oltretutto, la possibilità di scegliere tra numerosi modelli e dimensioni differenti rende questi strumenti adatti alle esigenze e alle preferenze di qualsiasi vaper.

Ecco, di seguito, una panoramica dei diversi prodotti dell’azienda di vaporizzatori per eccellenza:

  • Volcano Hybrid, vaporizzatore da tavolo con display e possibilità di inalazione sia mediante tubo che mediante palloncino.
  • Volcano Classic, anch’esso da tavolo ma senza display, regolabile tramite una manopola e diversi pulsanti.
  • Mighty: vaporizzatore portatile alimentato a batteria da 240 volt.
  • Crafty+: anch’esso portatile, con temperatura massima di 210 °C e possibilità di regolarlo tramite app.
  • Plenty: vaporizzatore portatile a tubo (con possibilità di scegliere tra tubo lungo e tubo corto).

I prezzi vanno da un minimo di 250 euro per il vaporizzatore Plenty fino ad arrivare a un massimo di 600 euro per il Volcano Hybrid, ma un prodotto Storz & Bikel è un investimento per la vita!

Leggi anche: Burbuka: cos’è, come si realizza e qual è la sua correlazione con la marijuana light.

In conclusione

Ora conosci tutto sui vaporizzatori per hashish e, probabilmente, avrai già scelto il più idoneo alle tue esigenze.

Ma hai già acquistato il miglior prodotto a base di CBD sul mercato? Immaginiamo di no, se non hai ancora visitato il nostro negozio Justbob!

Non aspettare oltre: acquista subito hashish online di altissima qualità sul nostro CBD shop e, per qualsiasi informazione, contatta pure il nostro servizio clienti! Siamo a tua disposizione.