Amsterdam & marijuana: queste le differenze normative rispetto all’Italia

Amsterdam marijuana legale

Tutto ciò che devi sapere sulla marijuana ad Amsterdam.

È noto in tutto il mondo che Amsterdam sia piuttosto “libertina” per quanto riguarda la marijuana legale. In questa città dei Paesi Bassi si può entrare nei famosi Coffee Shop e acquistare droghe leggere, tra cui per l’appunto cannabis ad alto THC, hashish e, in alcuni casi, funghetti allucinogeni.

Sono inoltre presenti tantissimi articoli a base di marijuana, come chupa chupa, dolcetti, caramelle e tanto altro ancora. Ormai Amsterdam è la meta per eccellenza per gli estimatori cannabis, proprio perché acquistarla (negli appositi spazi dedicati) e fumarla è assolutamente legale.

Tutto molto diverso dall’Italia, dove l’idea del DDL cannabis legale è stata, forse, abbandonata dopo la bocciatura e dove ancora si discute sulla legalità della cannabis light, con THC inferiore allo 0,2% e alte percentuali di CBD, il cannabinoide non psicotropo.

Amsterdam e le leggi sulle droghe leggere come la marijuana

legalizzazione marijuana ad Amsterdam

Ad Amsterdam si può non solo trovare erba light, ma anche comprare e utilizzare l’erba ad alto THC, quella che loro definiscono come erba legale ma che nel nostro Paese è completamente illegale.

La politica dell’Olanda per quanto riguarda le droghe è basata sul fatto che ogni individuo possa decidere sulle questioni riguardanti la propria salute. Non a caso, i malati terminali nei Paesi Bassi possono anche ricorrere alla tanto discussa eutanasia.

Un altro punto fondamentale su cui si basa la legge olandese è che nascondere e cercare di impedire a tutti i costi i fenomeni sociali non è utile. Anzi: questo comportamento li fa peggiorare e porta all’adozione di pratiche illegali (come lo spaccio di droga e il taglio della marijuana e delle altre droghe con sostanze chimiche tossiche per l’uomo).

Ciò non significa che tutte le sostanze stupefacenti siano legali nei Paesi Bassi.

Leggi anche: Marijuana senza THC: questi i principali benefici riconosciuti dalla scienza

La distinzione tra droghe leggere e droghe pesanti in Olanda

Nei Paesi Bassi (come in tutti gli altri Stati) sono proibiti la cessione, lo spaccio e l’utilizzo di droghe pesanti e pericolose per la salute come LSD, eroina, cocaina etc. È invece consentito l’uso personale delle cosiddette “droghe leggere”, come la marijuana, i prodotti a essa correlati (hashish, olio di cannabis…) e i funghi allucinogeni.

Quindi chi fuma erba, anche in pubblico, non rischia problemi con la legge. Ti sorprenderà sapere che, invece, il commercio di marijuana sia ancora proibito ai sensi della legge sull’oppio del 1919, a cui è stata aggiunta anche la cannabis nel 1950… Ma nonostante sia teoricamente illegale, vendere cannabis è largamente tollerato a delle determinate condizioni.

Tra queste, troviamo il fatto che si possa vendere erba solo nei Coffee shop e in quantità limitate (5 grammi a persona). Anche i magazzini dei negozi hanno dei particolari limiti sulle quantità che possono detenere, precisamente non più di 500 grammi nello stesso momento. Naturalmente sono proibiti la vendita ai minorenni e il loro ingresso nei Coffe shop; inoltre non si può fare alcuna pubblicità dei punti vendita e dei prodotti.

Ma da dove proviene l’erba ad alto THC in vendita nei Coffee Shop? Si può coltivare canapa sativa nei Paesi Bassi?

Coltivare cannabis ad Amsterdam: si può?

coltivare marijuana ad Amsterdam

Ad Amsterdam si possono coltivare al massimo 5 piantine a persona per us terapeutico o ricreativo, non di più. La coltivazione industriale è proibita: i Coffee shop di Amsterdam si riforniscono, presumibilmente, dai Paesi in cui è possibile coltivare marijuana ed esportarla, come alcuni Stati USA.

Dunque la coltivazione e la lavorazione su larga scala della Canapa ad alto THC va contro la legge, ma le pene sono meno severe rispetto a quelle previste in molti altri Stati, compreso il nostro. Non sappiamo se i Coffee Shop si riforniscano anche da coltivazioni illegali o meno, ma non possiamo di certo escluderlo.

Leggi anche: Marijuana indoor: queste le principali caratteristiche

In conclusione

Sembra che i Paesi Bassi, in particolare la città di Amsterdam, nonostante si trovino in Europa siano nettamente più avanti dell’Italia e di tutti gli altri Stati europei. Si può coltivare tranquillamente marijuana in casa ad uso personale (e non solo marijuana light, bensì erba ad alto contenuto di THC), la si può acquistare già pronta e lavorata nei Coffee Shop e vi è un’ampia tolleranza nel suo utilizzo.

Nonostante, ufficialmente, la cannabis sia illegale, sia i turisti che gli abitanti del posto possono usufruirne. Certo, esistono alcuni limiti da rispettare. Ad esempio si possono coltivare al massimo 5 piantine a casa, e la regola del 5 vale anche per i grammi di marijuana acquistabili nei coffee shop.

È auspicabile che anche l’Italia arrivi a questo punto, abbandonando finalmente il proibizionismo, ma per il momento queste prospettive sono lontanissime.

Tuttavia puoi sempre acquistare erba light dal nostro negozio Justbob: dai un’occhiata a tutte le nostre varietà di canapa light e scegli quelle che preferisci, anche in kit!

Fonte:

https://www.amsterdam.info/drugs/