Hashish del Marocco online: 3 cose da sapere per evitare rischi

hashish del Marocco

L’acquisto dell’hashish marocchino, senza i giusti accorgimenti, può essere molto rischioso sotto vari punti di vista: ecco i principali

Tra i tanti derivati della marijuana, uno dei più diffusi e apprezzati è senza dubbio l’hashish e in particolare l’hashish marocchino, che rappresenta un terzo (o, in alcuni periodi, addirittura la metà) dell’hashish commercializzato in tutto il mondo.

Durante l’anno tra il 2015 e il 2016, per esempio, in Marocco sono state prodotte circa 700 tonnellate di cannabis, che in buona parte, è stata poi trasformata in hashish: una quantità esagerata!

Nonostante questo Paese sia uno dei maggiori produttori di ‘fumo’ al mondo, talvolta acquistare hashish dal Marocco online può essere rischioso.

Qui ti parliamo del discorso dell’illegalità, della questione del taglio e di tutti i rischi legati all’acquisto questo prodotto.

Ecco tutto quello che dovresti sapere.

scorcio di una città del Marocco

Hashish in Marocco: sapevi che è illegale?

Nell’introduzione abbiamo detto espressamente che il Marocco è uno dei maggiori produttori di hashish al mondo, per questo ti lascerà senza parole sapere che, in realtà, tutte le attività legate a questo prodotto sono vietate!

In Marocco è considerato illegale sia produrre sia vendere che consumare hashish! 

Le pene a riguardo sono severe e, per chi viene colto in flagrante, si può arrivare anche fino a 10 anni di reclusione.

Ma com’è possibile, allora, che il governo non riesca a bloccare questa enorme produzione del prodotto?

Tendenzialmente l’hashish del Marocco è considerato un prodotto di alta qualità, pertanto viene richiesto un po’ in tutto il mondo e questo enorme successo ha fatto sì che l’industria e l’export a esso legati siano diventati la maggior fonte di sostentamento per la popolazione del Paese.

A tutto questo vogliamo aggiungere che la zona nella quale viene prodotta la maggior parte dell’hashish è considerata anche la più povera, quindi la popolazione pur di sopravvivere è disposta a rischiare grosso.

È proprio da qui che partono tutti i rischi di acquistare hashish del Marocco online.

Scopriamoli nel dettaglio.

Leggi anche: Hashish: effetti a lungo termine sull’umore e sul sistema nervoso

Acquistare hashish del Marocco in Italia è illegale

In Italia, come probabilmente già saprai, è consentito acquistare esclusivamente le varietà di hashish legale, ossia quelle che possiedono un quantitativo di THC inferiore allo 0,2%.

L’hashish prodotto in Marocco, però, solitamente non rientra fra i prodotti di questa categoria, quindi acquistare il fumo marocchino significa, sostanzialmente, mettersi in pericolo.

Per poter collezionare questa tipologia di prodotto (il consumo in Italia è vietato) e godere dei suoi speciali aromi speziati, quindi, l’ideale è affidarsi ai cannabis light shop specializzati, che propongono l’hashish realizzato secondo il metodo marocchino, ma in versione light. 

Hashish illegale, prezzo lievitato e consegne poco sicure

Il fatto che in Marocco coltivare marijuana e produrre hashish sia illegale, ha come conseguenza il rincaro dei prezzi. I trasporti delle piante e dei panetti di fumo sono molto rischiosi, pertanto chi se ne occupa si fa pagare fior di quattrini.

Per darti un’idea di ciò che intendiamo, considera che tra i vari passaggi dal Marocco all’Europa, il prezzo dell’hashish può arrivare ad aumentare anche fino al 300-400%.

Sostanzialmente quando si acquista l’hashish del Marocco il prezzo, talvolta, può essere spropositato in rapporto alla quantità, perché ciò che si va a pagare alla fin fine è il costo del rischio.

Quando si tratta di acquistare hashish marocchino online, inoltre, trattandosi di un prodotto illegale e quindi non controllato, c’è il rischio di pagare cifre molto elevate per merce che potrebbe non arrivare o arrivare incompleta.

hashish marocchino

Attenzione all’hashish tagliato

Come anticipato prima, la regione nella quale viene prodotto il maggior quantitativo di hashish del Marocco (nelle montagne del Rif) è anche la più povera.

I canapicoltori e i produttori di hashish sono praticamente sfruttati e, per loro, il pagamento anche di un solo chilo di prodotto in più può fare decisamente la differenza.

È proprio per questo motivo che in Marocco, ma anche in tante altre località del mondo, si è diffusa la tendenza di tagliare l’hashish, ossia di aggiungere delle sostanze (come la resina di albero di pino o di abete) alla resina di cannabis, in modo da aumentare il peso dei panetti.

Acquistare hashish illegale dal Marocco, quindi, mette anche davanti al rischio di trovarsi ad avere a che fare con prodotti contenenti sostanze di diversa natura e non hashish puro.

Leggi anche: Differenza tra hashish ed erba: qual è il più forte?

Per concludere

Nonostante l’hashish marocchino sia conosciuto in tutto il mondo per essere un prodotto di qualità, si tratta pur sempre di un prodotto illegale che può mettere gli acquirenti davanti a diversi rischi.

I principali pericoli sono di natura legale, e poi ci sono quelli legati al prezzo, alle consegne che non possono essere garantite e al fatto che l’hashish viene spesso addizionato ad altre sostanze per aumentare i guadagni.

Se sei un appassionato di hashish, ti piacciono i suoi aromi e ami collezionarlo, ti consigliamo di optare per l’hashish CBD, ossia la versione del prodotto priva di THC.

Quello che trovi su Justbob.it, per esempio, proviene da coltivazioni di canapa legale di qualità ed è stato selezionato secondo degli standard qualitativi molto severi.

Visita il nostro store www.justbob.it e oltre all’hashish legale dai un’occhiata anche alle diverse proposte di cime di cannabis e all’olio di CBD.

Ti aspettiamo!