Bocca secca? 3 consigli per uscire da questa sensazione

bocca secca post cannabis rimedi naturali

Ecco i rimedi per eliminare la sensazione di bocca secca post cannabis.

La bocca secca è uno dei più comuni e fastidiosi effetti collaterali legati all’uso di marijuana, di farmaci a base di cannabinoidi e – anche se in misura nettamente minore – di cannabis light. Chiamato anche secchezza delle fauci, tale effetto è dovuto dall’anandamide (più semplicemente AEA), un cannabinoide meno famoso del THC e CBD ma capace di interagire con i recettori cannabinoidi situati nella ghiandola sottomandibolare.

Questa interazione inibisce l’azione di tale ghiandola, responsabile per oltre il 50% della produzione di saliva, e determina la xerostomia, ovvero la secchezza del cavo orale. Puoi evitare questa sensazione solo con l’hashish legale e l’olio CBD in quanto contengono esclusivamente cannabidiolo e non l’anandamide (né il THC o altri cannabinoidi).

Ma come rimediare quando consumi cannabis e ti trovi in questa sensazione? Ecco a te 10 modi per uscire dalla fastidiosissima sensazione di bocca secca!

1) Rimedi per la bocca asciutta dopo l’assunzione di cannabis? Bevi piccoli sorsi d’acqua mentre fumi.

rimedi per la bocca asciutta post canna

Se, dopo aver fumato, la sete diventa implacabile, sappi che in realtà il metodo migliore per limitare al massimo la secchezza delle fauci non è bere dopo, ma bere acqua durante l’assunzione. Con i farmaci a base di cannabis medicale è molto più semplice, in quanto molti sono sotto forma di pillole, capsule, cartine per decotti e tisane e dunque prevedono già l’assunzione di acqua, ma se fumi marijuana dovresti bere mentre la consumi.

Questo metodo ti permette di lubrificare la bocca a poco a poco evitando quindi di seccarla in maniera fastidiosissima. Attenzione però: bevi acqua o al massimo latte, non alcolici e bibite!

Leggi anche: 5 momenti epici: la vera storia della canapa

2) Evita di bere alcolici e bibite durante e dopo l’assunzione di cannabis.

I succhi di frutta, il vino e la birra contengono tannini, i quali hanno effetto astringente e limitano anch’essi la produzione di saliva. Di conseguenza ti consigliamo di evitarli sia durante che dopo il consumo di cannabis. Anche bere superalcolici non ti aiuterà a risolvere la sensazione di bocca secca, ma anzi: l’alcool può interagire in maniera estremamente negativa con i cannabinoidi, aumentando gli effetti collaterali della loro assunzione.

Per questi motivi ti consigliamo di bere esclusivamente acqua minerale naturale (va bene sia fresca che a temperatura ambiente) durante il consumo di erba light o erba ad alto THC.

In alternativa, se lo gradisci, potresti anche sorseggiare latte fresco: si dice infatti che il latte sia molto più dissetante dell’acqua. Nello specifico, sembra che i nutrienti contenuti nel latte siano capaci di idratare meglio e più a lungo dell’acqua, oltre che garantire un efficace effetto remineralizzante.

…Ma cosa succede se non hai né acqua né latte a disposizione quando assumi cannabis, o se sembrano non bastare?

3) Stimola la salivazione mangiando i cibi giusti!

bocca secca come stimolare la salivazione

Se l’acqua non basta a placare la tua sete post assunzione di canapa o di medicinali a base di marijuana, allora ti consigliamo di stimolare la salivazione.

Ti stai chiedendo come fare? La risposta è molto semplice: ci sono degli alimenti e delle pratiche che ti consentono di stimolare l’attività delle ghiandole salivari. Ecco di seguito quali:

  • agrumi;
  • cioccolato;
  • gomme da masticare;
  • dolci;
  • caramelle alla frutta;
  • formaggio;
  • pane;
  • verdure crude;
  • senape e pepe;
  • cucina cinese (no, non scherziamo: il motivo è correlato all’utilizzo del glutammato monosodico, che stimola la produzione di saliva).

Non hai a disposizione alcun cibo presente in questo elenco? Tranquillo, leggi il prossimo paragrafo in cui ti diamo il rimedio ideale!

Leggi anche: Gli effetti collaterali della cannabis terapeutica

Trucco bonus: fatti venire l’acquolina in bocca per aumentare la produzione di saliva.

Se hai la bocca estremamente asciutta e non hai i cibi sopraelencati a disposizione, non è necessario correre al supermercato più vicino: pensa al cibo! La fame chimica ti aiuterà in questo senso. Fatti venire l’acquolina in bocca pensando ai cibi che più ti piacciono e, se ciò non bastasse, impugna il cellulare e guarda dei video che ritraggono queste pietanze.

Fidati di noi: è un trucco eccellente per aumentare la salivazione in men che non si dica e annullare quella sensazione di bocca asciutta che non ti dà pace.

In conclusione

La bocca secca è uno degli effetti collaterali più comuni dell’assunzione di cannabis (anche light) e dei farmaci a base di cannabinoidi, ma non dell’assunzione di hashish CBD e olio CBD. Il motivo è semplice: questo effetto non è correlato al THC o al CBD, bensì a un altro cannabinoide meno conosciuto, chiamato anandamide (AEA).

Di conseguenza i prodotti che contengono esclusivamente CBD, come l’hashish legale e l’olio di CBD, non presentano l’AEA e dunque non danno la sensazione di secchezza delle fauci.

Comunque sia, ora sai cosa fare quando incappi in questa situazione:

  • bere molta acqua o latte, preferibilmente sorseggiando durante l’assunzione di cannabis o di medicinali a base di marijuana medica;
  • evitare di bere vino, succhi di frutta e altre bevande tanniche, che limitano ancor di più la produzione di saliva;
  • mangia cibi che stimolano l’azione delle ghiandole salivari;
  • se non hai cibo o acqua a disposizione, o se questi prodotti non dovessero bastare, pensa intensamente alle tue pietanze preferite ed eventualmente guarda video e immagini che le ritraggano.

In questo modo riuscirai a idratarti perfettamente (o produrre più saliva) e a sconfiggere nel minor tempo possibile la sensazione di bocca asciutta!