CBD: benefici, proprietà ed effetti del principio attivo della cannabis light

cbd benefici ed effetti

Quali sono gli effetti benefici del CBD e per quali problematiche può esser di grande aiuto?

L’industria della cannabis light e dei prodotti da essa derivati, tra cui l’hashish legale e l’olio CBD, è fiorente e sempre in crescita. Solo in Italia, la filiera della canapa light dà lavoro a migliaia di persone e il solo guadagno stimato dalla coltivazione delle piante si aggira intorno ai 15000 euro per ettaro.

I prodotti a base di canapa legale sono così richiesti per via del CBD: benefici numerosi e quasi totale assenza di effetti collaterali fanno di questo cannabinoide un vero toccasana per numerose problematiche e sintomatologie.

Ma quali sono, nello specifico, i benefici del CBD? Questo principio attivo della marijuana è psicoattivo oppure no?

Oggi abbiamo intenzione di rispondere a tutti i tuoi possibili dubbi a riguardo, in modo che tu possa conoscere a fondo tutti i vantaggi del cannabidiolo.

Che cos’è il CBD e in che modo interagisce con il nostro organismo?

Il cannabidiolo, conosciuto come CBD, è uno dei cannabinoidi maggiormente presenti nella pianta di marijuana, in particolar modo nei fiori di Canapa Sativa L. e, in misura minore, nelle foglie.

fiori e foglie di canapa sativa contenenti cbd

Si tratta del “fratello” del THC ma, a differenza di quest’ultimo, non ha effetti psicoattivi. Se il THC (tetraidrocannabinolo) provoca il tipico sballo, euforia, perdita dell’orientamento spazio temporale, ansia e molti altri effetti, il CBD agisce solo a livello corporale.

Nello specifico, interagisce con i recettori del nostro sistema endocannabinoide (ECS), fondamentali per mantenere la stabilità del nostro organismo. Questa interazione dà il via a importanti effetti benefici.

Non a caso, l’erba legale con THC inferiore allo 0,2% e alto contenuto di CBD, e l’olio di CBD da essa derivato sono tra i prodotti più richiesti sul mercato.

CBD: benefici e controindicazioni.

Il CBD dà benefici molto importanti per il nostro organismo. Ecco, di seguito, i possibili effetti dell’assunzione di questo cannabinoide:

  • Ansiolitico
  • Antidolorifico
  • Antinfiammatorio
  • Rilassante
  • Antiemetico (contrasta nausea e vomito)
  • Antispastico
  • Ipotensivo
  • Antidistonico
  • Antiossidante
  • Immunoregolatore
  • Anticonvulsivante
  • Antipsicotico

E gli effetti collaterali?

In realtà sono ben pochi rispetto a quelli positivi, e includono eventuale diarrea e affaticamento (dato dall’estremo rilassamento delle membra). Inoltre potrebbe interferire in maniera negativa con antibiotici, antistaminici e altri farmaci; prima di assumere il cannabidiolo, è sempre bene consultare il medico.

Vediamo ora quali sono i disturbi più comuni per cui le persone (e gli animali, ad esempio cani e gatti!) possono beneficiare dell’assunzione di CBD.

Leggi anche: Cannabis Flos: che cos’è e quali sono i suoi effetti

Il CBD per ridurre il dolore cronico (anche neuropatico) e le infiammazioni.

La cannabis è da sempre utilizzata per placare dolori e infiammazioni, e sembra che il responsabile di questi benefici sia proprio il CBD.

Numerosi studi hanno dimostrato che il cannabidiolo aiuta a ridurre i dolori cronici influenzando l’attività dei recettori endocannabinoidi. Allo stesso modo, contrasta anche le infiammazioni di qualsiasi tipologia, proprio per la sua interazione positiva con il sistema endocannabinoide del nostro organismo.

Ad esempio, numerose persone assumano marijuana medica e prodotti a base di CBD per contrastare i dolori cronici legati alla sclerosi multipla, all’artrite e a numerose altre patologie.

E, a proposito di sclerosi multipla, sembra che il cannabidiolo possa ridurre nettamente gli spasmi muscolari proprio per va del suo effetto antispastico.

L’assunzione di CBD può contrastare l’insonnia.

effetti benefici del cbd sull'insonnia

Nonostante l’assunzione di erba light, hashish legale e olio di CBD non sia autorizzata, molte persone riferiscono di utilizzare questi prodotti per facilitare il rilassamento e favorire un sonno ristoratore.

Sembra che il cannabidiolo sia molto efficace per ridurre significativamente gli episodi di insonnia, tanto che chi lo usa a tal proposito lo assume subito dopo cena per rilassare le membra e cadere in un sonno così profondo che neanche il principe di Biancaneve potrebbe interrompere!

L’effetto rilassante del CBD si associa anche a un altro esito positivo della sua assunzione, ovvero quello ansiolitico.

CBD contro ansia e depressione (anche degli animali).

Chi soffre d’ansia e/o di depressione sa bene quanto questi disturbi, spesso sottovalutati, possano compromettere la salute e il benessere psico-fisico, riducendo nettamente la qualità della vita.

Tendenzialmente, i trattamenti dedicati a queste patologie consistono nell’assunzione di farmaci che presentano effetti collaterali molto gravi. Ad esempio, gli psicofarmaci dedicati alla depressione possono provocare insonnia, agitazione, disfunzione sessuale e molto altro ancora.

Alcuni danno perfino dipendenza fisica, tanto da essere distribuiti con grande cautela.

Diversi studi dimostrano che il CBD possa contrastare, in maniera al 100% naturale, i sintomi di ansia e depressione. Alcuni parlano addirittura di contrasto agli attacchi di panico, al disturbo da stress post traumatico e molte altre forme d’ansia patologica.

Ma com’è possibile che il cannabidiolo possa contrastare disturbi così importanti?

Questi effetti dipendono dalla fantastica interazione tra CBD e serotonina, conosciuta come “l’ormone del buonumore”, la cui carenza provoca per l’appunto ansia, depressione, insonnia e molti altri sintomi.

Il CBD stimola la produzione di questo neurotrasmettitore migliorando la vita delle persone e degli animali, tanto che in tantissimi adoperano l’olio CBD per cani e altri animali domestici.

Leggi anche: Vaporizzatore per cannabis: cos’è, come funziona e come scegliere il migliore

In conclusione

Quelli di cui ti abbiamo parlato sono solo i benefici principali del CBD, ma ne esistono molti altri ancora. Ad esempio, il suo effetto antiemetico può placare i sintomi negativi delle terapie a contrasto dei tumori (chemio e radioterapia), migliorando le giornate dei pazienti oncologici.

È opportuno specificare che gli studi sono stati condotti sia sugli animali che sull’uomo, ma la ricerca riguardo i cannabinoidi va ancora a rilento… Tanto che l’assunzione del CBD è stata autorizzata solo mediante preparati a base di cannabis terapeutica, ad esempio Bediol, Bedrolite e FM2.

Per il momento, l’uso di fiori di marijuana legale, di olio CBD e di hashish non è autorizzato: l’utilizzo ufficiale di questi prodotti è destinato alla profumazione degli ambienti.

Sperando che l’Italia faccia passi avanti in questo senso, ti invitiamo a visitare il nostro shop Justbob.

Acquista subito i migliori prodotti a base di CBD online! Ti aspettiamo!