Come assumere l’olio CBD? Ecco il dosaggio corretto

come assumere olio cbd

L’olio CBD è un estratto della cannabis. Scopri come assumerlo, come si usa e qual è il dosaggio corretto.


L’affermata popolarità dei prodotti ad alta percentuale di CBD ha posto le premesse per una scelta più ampia di modalità di consumo di cannabis: olio CBD, creme, lozioni, pillole, cristalli da vaporizzare e molto altro.

Prima di capire come e in che quantità assumere l’olio CBD, è bene conoscere le proprietà benefiche del cannabidiolo.

Che cos’è il CBD?

Il CBD, più tecnicamente conosciuto come cannabidiolo, è uno dei 144 cannabinoidi identificati nella pianta di marijuana.

Tra i metaboliti di cui si hanno più informazioni risultano, infatti, il CBD e il THC.

Si tratta di due principi attivi differenti tra loro poiché è il tetraidrocannabinolo ad essere una sostanza psicotropa, responsabile dell’illegalità della cannabis stessa.

Il CBD, invece, è un componente che non agisce sul sistema nervoso bensì sul sistema periferico ed immunitario.

Ciò significa che i prodotti ad alto contenuto di CBD non hanno effetti stupefacenti ma possono essere applicati per la remissione di determinate patologie.

Molti studi hanno confermato l’applicazione in campo medico del cannabidiolo, in quanto funge da:

  • Antidolorifico
  • Antibatterico
  • Antiemetico
  • Antispastico
  • Ansiolitico
  • Neuroprotettivo.

Stando alle ricerche condotte, l’assunzione di cannabidiolo non comporta effetti collaterali sulla salute e, in più, riesce a neutralizzare gli effetti stupefacenti derivanti dal THC.

Sono evidenti, così, i molteplici vantaggi che si possono trarre dal consumo di prodotti a base di CBD.

Vuoi sapere dove comprare cannabis light, ad alto contenuto di CBD e bassissime percentuali di THC? Leggi il seguente articolo: “Marijuana light: ecco dove acquistarla“!

Olio CBD: cos’è e perché utilizzarlo

L’assunzione di CBD sotto forma di olio (dunque del prodotto chiamato olio CBD) è una delle modalità preferite dai consumatori, poiché si tratta di un prodotto totalmente sicuro, naturale e a cui il nostro organismo risponde positivamente.

Naturalmente prima di acquistare oli CBD è bene assicurarsi che siano ricavati da piante prive di pesticidi e privi di qualsiasi tipo di agente inquinante e nocivo.

Bisogna affidarsi a prodotti analizzati accuratamente in laboratorio di cui si conoscono i processi di produzione e la provenienza, come quelli che trovi su justbob.it.

quanto cbd assumere

L’olio CBD viene ricavato dai fiori della pianta di Cannabis Sativa e, grazie alle scoperte dei benefici derivanti da tale principio naturale, si possono coltivare direttamente varietà ad alto contenuto di cannabidiolo e un livello più basso di THC.

Il metodo principale d’estrazione è con CO2 poiché ritenuto il più sicuro ed igienico tra tutti.

Attraverso tale metodo è possibile creare, attraverso temperature troppo alte o troppo basse, un ambiente in cui i cannabinoidi possono conservarsi, così da mantenere la propria integrità e ottenere prodotti che raggiungono ottimi livelli qualitativi.

Risulta interessante sapere che gli oli CBD vengono utilizzati non solo a scopo terapeutico per contrastare patologie specifiche e malattie croniche, ma anche per la cura del proprio corpo come integratori alimentari.

Come si assume l’olio CBD?

Tra i diversi modi possibili di consumare l’olio CBD, ognuno può scegliere quello che più soddisfa le proprie esigenze e, soprattutto, le proprie preferenze.

Il CBD si può assumere sotto forma di olio, scegliendo la soluzione in gocce così da sfruttare al meglio le sue proprietà benefiche.

È una formula consigliata per le concentrazioni di cannabidiolo che oscillano dall’1 al 30%, quindi si adatta a qualsiasi dosaggio necessario al consumatore.

Gli effetti dell’olio CBD, quando assunto per via sublinguale, si mostrano in tempi brevi ed in maniera efficace.

Infatti, iniziano a manifestarsi in 10/15 minuti e i primi miglioramenti sono visibili già qualche giorno dopo il primo utilizzo del prodotto.

Dosaggi: qual è la quantità corretta di CBD da assumere?

Per conoscere il dosaggio adatto alla propria persona bisogna, innanzitutto, considerare due fattori: la percentuale di CBD contenuta nell’olio e le proprie caratteristiche fisiche, poiché ogni soggetto reagisce diversamente al prodotto.

Si consiglia sempre di iniziare con un dosaggio abbastanza basso per poi aumentarlo in caso non si ottengano i risultati sperati.

Se si usa, ad esempio, un olio caratterizzato da una concentrazione media di CBD (5/10%), è bene assumere 3 o 4 gocce al giorno per un periodo 15 giorni, e poi, solo successivamente aumentare solo le sessioni di somministrazione.

Ciò vale per dolori più lievi, mentre per problemi più gravi è possibile consumare un dosaggio più elevato di olio CBD.

Sostanzialmente, il dosaggio varia in base alla patologia di cui si soffre e dal modo di reazione dell’individuo.

Attenzione: prima di utilizzare prodotti a base di cannabis è sempre utile consultare il proprio medico, così da assumere una quantità corretta di CBD che fornirà gli effetti desiderati.

Olio CBD: effetti collaterali

I prodotti a base di cannabidiolo sono, in genere, naturali e privi di controindicazioni.

Uno degli eventuali effetti collaterali però, secondo recenti ricerche, consisterebbe nella secchezza delle fauci.

Inoltre, se assunto in quantità elevate, l’olio CBD causa sonnolenza (che nei casi di insonnia può essere un fattore positivo), una leggera diminuzione della pressione sanguigna e vertigini.

Gli ultimi due effetti indesiderati sono rari, eventualmente temporanei e non arrecano danni alla nostra salute.

Il consumo di prodotti provenienti dalla Cannabis risulta essere un’ottima scelta per porre rimedio a determinate patologie in modo del tutto legale, naturale e senza incorrere in effetti collaterali.