Gorilla Glue: le origini.

origini Gorilla Glue marijuana light

Chem’s Sister, Sour Dubb e Chocolate Diesel. Ecco le genetiche alla base della marijuana Gorilla Glue.


La cannabis light di varietà Gorilla Glue è uno dei ceppi di erba legale più apprezzati del nostro negozio online. È incantevole anche solo a guardarla: i bud, di medie dimensioni, presentano un colore verde chiaro con delle sfumature arancioni date dai numerosi pistilli.

Il verde è reso ancora più tenue dalla vasta quantità di resina presente sulle gemme, la quale determina l’alto contenuto di cannabinoidi (in particolare di CBD, che supera il 22%) e l’elevata compattezza delle infiorescenze stesse.

Un prodotto davvero particolare, che non delude di certo per quanto riguarda l’aroma, fresco e deciso, e il sapore che richiama agrumi e altra frutta e presenta inoltre sentori di pino e bosco.

Le sue caratteristiche derivano in particolare dalla sua genetica: questa varietà di marijuana light è infatti l’eccellente risultato dell’incrocio fra 3 diverse specie di cannabis: Chem’s Sister, Sour Dubb e Chocolate Diesel.

E pensare che la sua nascita è stata totalmente casuale.

Non sai di cosa stiamo parlando? Continua a leggere e lo scoprirai!

Le origini della marijuana Gorilla Glue: una varietà di cannabis nata per puro caso.

Devi sapere che la Gorilla Glue (nello specifico la Gorilla Glue #4) è nata per via di un fortunato errore. Dobbiamo ringraziare Joesy Whales e il suo amico Mardogg per questo meraviglioso ceppo che sta diventando uno dei più popolari nel mondo della marijuana!

Ecco un piccolo riassunto di ciò che è successo.

Joesy stava coltivando alcune piante di Chem Sister e Sour Dubb, quando una Chem Sister ermafrodita impollinò le piante di Sour Dubb. L’uomo si infuriò e decise che ne aveva abbastanza di coltivare quell’erba; gettò quindi tutte le piante piene di semi, in quanto non idonee ad essere fumate o consumate in altri modi.

Non sapeva che il suo buon amico Mardogg, che lo aiutò a eliminare la coltivazione, tenne alcuni semi senza buttarli via.

Marijuana Gorilla Glue semi

La storia della Gorilla Glue inizia con Joesy e finisce con Mardogg che coltiva quei semi diversi anni dopo.

Com’era prevedibile, da quelle semenze nacquero numerose piantine di genetica instabile ma anche 6 tipologie di piante femminili stabili, che si svilupparono perfettamente. La genetica chiamata “numero 4” (#4) si rilevò senza dubbio la migliore tra tutte, con grande abbondanza di terpeni e un aroma incredibile.

Così nacque la Gorilla Glue #4, che porta da qualche parte non solo i geni delle Chem Sister e della Sour Dubb, ma anche quelli della Chocolate Diesel.

La genetiche completa è quindi Chem Sis x Sour Dubb x Chocolate Diesel. Vediamo, nel prossimo paragrafo, le caratteristiche di questi ceppi.

Vuoi sapere di più anche degli altri ceppi di Gorilla Glue? Leggi il seguente articolo: “Marijuana Gorilla glue: La novità nel mercato della cannabis light“!

Origini della Gorilla Glue: la genetica Chem’s Sister

Chem’s Sister, conosciuta anche come Chem Sis, è una variazione sativa dominante del classico ceppo Chemdawg. Questo fenotipo è nato nel 1996 e da allora si è evoluto nella sativa energizzante e di lunga durata conosciuta da tutti gli estimatori di marijuana.

La pianta ha un fusto un po’ cadente, ma i boccioli abbondanti le conferiscono una resa molto soddisfacente: anche i rami più bassi contengono i boccioli, e sappiamo bene che non è una caratteristica di tutte le piante di cannabis.

I bud sono pesanti, nodosi e di color verde menta, con molti pistilli bianchi che si scuriscono con la maturazione. Una copertura molto generosa di tricomi rende questo ceppo appiccicoso (una delle caratteristiche principali della marijuana Gorilla Glue) e ricco di THC, che può superare con facilità il 18%.

Il suo odore pungente emana sentori di diesel, di sandalo dolce e sottotoni agrumati. Il sapore richiama il limone e il pino.

Origini della Gorilla Glue: la genetica Sour Dubb

La marijuana Sour Dubble (conosciuta anche come Sour Dubb) presenta due versioni differenti:

  • Una delle due tipologie di Sour Dubble è un incrocio tra Sour Bubble e East Coast Sour Diesel, e tende a crescere più come una sativa che come un’indica.
  • La seconda versione è un incrocio tra Sour Diesel e Sour Bubble (il che significa che si tratta di un incrocio tra la Sour Bubble… E uno dei suoi stessi genitori). Il secondo tipo ha una tendenza più indica che sativa.

Sebbene si tratti di prodotti dalle sfumature differenti, le potenza di entrambi si aggira intorno al 17-19% di THC; inoltre tutte e due presentano un odore agrodolce con il caratteristico sentore di jet fuel. Anche il sapore è molto simile: leggermente fruttato e dolce mescolato con il sapore diesel bruciato.

Origini della Gorilla Glue: la genetica Chocolate Diesel

Chocolate Diesel, un ceppo di cannabis sativa, prende il nome dal suo profumo e gusto che eredita dai suoi ceppi genitori, ovvero Sour Diesel e Chocolate Thai.

Emette un odore di cioccolato intenso, lasciando un retrogusto di caramella dolce in bocca, il quale talvolta può tendere all’ammoniaca. I boccioli di questo ceppo sono costituiti da foglioline di colore verde intenso e marrone, con sfumature viola e lunghi pistilli arancioni.

I livelli medi di THC di questo ceppo sono attualmente avvolti dal mistero. Tuttavia, il suo effetto è noto per andare direttamente alla testa, generando ondate di euforia ed energia.

Chem Sister x Sour Dubble x Chocolate Diesel = Gorilla Glue #4

L’incrocio tra questi particolari ceppi di marijuana ha dato vita a una pianta dalle infiorescenze color verde chiaro, dai pistilli arancioni e ricche di resina appiccicosa come la colla.

Il sapore richiama il bosco, il pino e gli agrumi, e (a differenza dei suoi ceppi d’origine) il CBD è presente in quantità decisamente elevate, che possono causare forti effetti distensivi e antidolorifici.

Cerchi questa famosa varietà di marijuana legale?

Trovi la migliore Gorilla Glue sul nostro negozio online, justbob.it!