Sonno e relax. Ecco in che modo l’olio CBD può aiutarti a dormire

olio di cbd per dormire

Come utilizzare l’olio CBD per aumentare il rilassamento e migliorare la qualità del sonno.


I benefici del CBD

Il CBD, o cannabidiolo, è il secondo principale metabolita contenuto nella cannabis. Contrariamente al THC, o tetraidrocannabinolo, non è una sostanza psicoattiva, motivo per cui non è soggetto alle stesse restrizioni.

È dunque reperibile, di solito sotto forma di olio CBD, anche in Paesi in cui l’uso ricreativo della marijuana è considerato illegale.

Gli effetti benefici del CBD sono attestati da numerose pubblicazioni scientifiche. Ecco di seguito le principali:

  1. Il Journal of Pharmacology documenta l’efficacia del CBD su persone affette da convulsioni, in particolare nei malati di epilessia che non rispondono più alle cure con farmaci tradizionali: su un campione di 8 pazienti, si afferma, 4 non hanno presentato convulsioni e 3, invece, hanno notato un notevole miglioramento della propria condizione clinica;
  2. La rivista Frontiers in Psychiatry ha pubblicato uno studio secondo cui il CBD risulta essere un efficace ansiolitico, capace di contrastare anche gli effetti collaterali derivati dall’assunzione di una dose eccessiva di THC: nei pazienti affetti da ansia e paranoia in seguito ad assunzioni massicce di THC, il CBD ha contrastato positivamente gli effetti negativi, riducendo significativamente gli effetti ansiogeni.

È stato inoltre accertato che il CBD possiede proprietà antinfiammatorie, antiossidanti, analgesiche e antidepressive; ricerche recenti ne hanno confermato l’azione positiva sugli endocannabinoidi CB1 e CB2, importanti neuroprotettori.

In Italia la legge del 2 dicembre 2016, n.242 non modifica le precedenti normative in merito all’assunzione di cannabis light, per cui fumarla potrebbe essere comunque considerato un reato amministrativo.

Alternativa migliore e priva delle controindicazioni dovute alla combustione è l’olio CBD, reperibile in
capsule, in soluzione per l’assunzione orale, olio CBD per il vaporizzatore o per l’applicazione direttamente
sulla cute.

Tra i molteplici usi di questo prodotto, uno dei più interessanti è sicuramente quello contro l’insonnia: infatti rilassa i muscoli favorendo un sonno tranquillo e di qualità.

Olio di CBD, ideale per insonnia, stress e difficoltà ad addormentarsi

olio cbd per insonnia

Per quanto non esistano documentazioni scientifiche dell’azione positiva del CBD nei casi di malati di insonnia, il cannabidiolo esercita, comunque, un’azione positiva contro tutti gli impedimenti ad un sonno riposante e rigeneratore.

Come antagonista del THC, il cannabidiolo interviene nella regolazione del battito cardiaco, della respirazione e della temperatura corporea.

Stati di sovra-eccitazione, dettati sia dallo stress sia dall’assunzione di sostanze stimolanti, quali la caffeina, possono facilmente venir contrastati con l’assunzione di olio CBD.

Il cannabidiolo infatti inibisce gli effetti eccitanti restituendo all’individuo un battito cardiaco regolare, una respirazione meno frenetica e una temperatura corporea naturale, in modo da produrre l’effetto di un complessivo rilassamento del corpo e della psiche. Un sonno sereno è impossibile senza questa condizione.

Le proprietà antinfiammatorie del CBD, inoltre, lo rendono un efficace rimedio alle emicranie o alle infiammazioni muscolari. L’olio CBD, infatti, assunto sia attraverso il vaporizzatore o con delle gocce sub-linguali, permette di aver ragione anche delle emicranie più dolorose, concedendo il sollievo necessario a concedersi le meritate ore di sonno senza le controindicazioni derivate dall’uso di antinfiammatori tradizionali, che vanno a stressare l’apparato gastrointestinale.

L’olio di CBD, anche sotto forma di pomata, può invece essere applicata direttamente sulla parte interessata per aiutare i muscoli a distendersi, dando sollievo contro i dolori muscolari dovuti a crampi o accumulazione di acido lattico, permettendo di curare una delle principali cause di insonnia, ovvero i dolori cronici.

L’azione degli antiossidanti si è da tempo stata accertata come una delle migliori forme di prevenzione delle malattie cardiovascolari, neurodegenerative e del sistema immunitario.

Solitamente si consiglia sempre e comunque il consumo preventivo di frutta e verdure, ricchi di antiossidanti naturali. L’olio CBD, al pari di alimenti vegetali, è uno dei migliori integratori di antiossidanti.

La loro azione è pressoché impercettibile nel breve termine ma, con una consumazione costante nel tempo, dà risultati eccezionali, permettendo di evitare quegli scompensi che rendono l’organismo suscettibile a malattie gravi tanto quanto ai leggeri malanni stagionali.

Tutti sanno quanto è difficile addormentarsi quando si ha il naso che cola o la gola infiammata: l’olio di CBD può placare efficacemente questi sintomi.

Le proprietà antidepressive e antipsicotiche riconosciute al CBD, inoltre, si rivelano particolarmente utili a combattere le altre cause principali dell’insonnia oltre ai dolori cronici: ansia e paranoie.

Non essendo un metabolita psicoattivo, il cannabidiolo non comporta le controindicazioni che caratterizzano altre sostanze, per cui gli effetti rilassanti non si accompagnano a sconvolgimenti delle percezioni e della psiche.

L’assunzione di olio CBD, quindi, può benissimo permettere di affrontare serenamente determinate problematiche alla base dello stress. Inoltre agisce positivamente sulla psiche garantendo quella tranquillità e serenità necessaria a giovare a pieno dell’effetto ristoratore delle ore di sonno fondamentali per il corpo e la mente.

Con l’olio CBD si dorme meglio

Per quanto, come si è detto, non vi siano studi specifici sull’assunzione dell’olio CBD su persone che soffrono di insonnia o hanno difficoltà ad addormentarsi, i suoi effetti sul fisico e sulla psiche sono tali da non far sorgere dubbi circa la sua potenziale applicazione come rimedio alle notti irrequiete.