È legale fumare erba in Italia? Ecco cosa dice la legge nel 2019

è legale fumare erba in italia

In Italia comprare erba light è legale, ma il suo utilizzo prevede delle limitazioni. Ecco cosa impone la legge nel 2019 riguardo il fumo e qual è la marijuana legale in Italia.


Fumare erba (light e non) è legale in Italia?

La marijuana legale in Italia è la varietà della Cannabis Sativa con concentrazioni di THC inferiori allo 0,6%, ovvero la cosiddetta cannabis light.

Il commercio e la produzione di tale varietà sono stati legalizzati in Italia dalla legge del 2 dicembre 2016, n.242.

In particolare questa norma legalizza completamente la compravendita di marijuana light ed il suo possesso, ma non ne riconosce l’uso a scopo ricreativo… Né lo proibisce.

Sta di fatto che l’utilizzo della marijuana e delle altre sostanze stupefacenti è attualmente regolamentato dalla legge Fini-Giovanardi del 21 febbraio 2006, n.49.

Ma in questo caso la cannabis è intesa come droga, mentre la varietà depotenziata non lo è, in quanto non presenta effetti psicoattivi. Rimane dunque un vuoto normativo che, per il momento, ci fa attenere alle disposizioni della legge appena citata.

Devi sapere che la legge in questione ha escluso ogni responsabilità penale nel caso di detenzione per uso personale di cannabis light e psicoattiva, per cui l’uso ricreativo è semplicemente un illecito amministrativo.

Ti consigliamo dunque, se vuoi fumare o ingerire marijuana, di farlo esclusivamente presso il tuo domicilio.

Infatti, qualora subissi un controllo da parte delle Autorità, potresti incorrere nelle seguenti sanzioni:

  • Se guidi dopo aver fumato o ingerito erba (anche light, in quanto il THC potrebbe risultare ai controlli) ti verrà  sospesa la patente di guida, l’eventuale certificato di abilitazione professionale per la guida di motoveicoli e certificato di idoneità alla guida di ciclomotori. Se non stai guidando ma subisci comunque dei controlli, potrebbe esserti vietato conseguire le abilitazioni alla guida nei successivi 3 anni;
  • Potresti ricevere una sospensione della licenza di porto d’armi o il divieto a conseguirla;
  • Le Autorità potrebbero sospenderti il passaporto e ogni altro documento equipollente o potrebbero vietarti il loro conseguimento;
  • Se non sei italiano, ti verrà sospeso il permesso di soggiorno per motivi di turismo o potrebbero vietarti il suo conseguimento.

Anche fumare inflorescenze di marijuana light, dunque, se subisci controlli da parte di un agente di polizia, dei carabinieri o della guardia di finanza, rientra teoricamente nell’illecito amministrativo in quanto la legge n.242 non fa alcun riferimento a riguardo.

Ma cosa succede dopo l’intervento delle Autorità?

In Italia non si può fumare marijuana. Ecco cosa succede se le Autorità registrano la denuncia dell’illecito.

La denuncia dell’illecito comporta la convocazione, fissata per un giorno preciso, presso la Prefettura di competenza, dopodiché si può verificare una delle seguenti opzioni:

  • Un ammonimento formale a non far più uso di sostanze;
  • L’applicazione delle sanzioni previste dall’illecito (ovvero quelle illustrate nel precedente paragrafo).

È rimesso totalmente all’arbitrio dell’ufficiale delle forze dell’ordine scegliere quale linea seguire; solitamente se si tratta di una denuncia senza altri precedenti penali si preferisce optare per la prima soluzione, ma, come si è detto, è tutto a discrezione dell’ufficiale.

Non mancano, inoltre, casi in cui le forze dell’ordine hanno semplicemente proceduto al sequestro della cannabis, nel caso in cui si trattava di marijuana psicotropa, ed al semplice ammonimento al possessore.

Oppure casi in cui le forze dell’ordine decidono di chiudere un occhio, soprattutto se quella consumata si tratta di marijuana light (riconoscibile dallo scontrino e dalla confezione).

A proposito di scontrino, sai quanto costa la cannabis depotenziata? Leggi il seguente articolo e scoprilo: “Il prezzo dell’erba legale in Italia e nel mondo“!

Fumare erba, illegale ma…

Come si è detto, fumare marijuana in Italia è ancora illegale: nel caso di cannabis light ne è illegale solo il consumo, ma non la coltivazione, la compravendita e il possesso; nel caso della marijuana psicotropa, invece, tutto ciò che la riguarda è ancora considerato illecito.

Nonostante rappresenti un illecito, tuttavia, numerose persone preferiscono assumere cannabis light fumandola da sola o in una miscela con il tabacco.

fumare erba legale in italia

Entro le mura domestiche, infatti, non vi sono controlli per cui ci si affida al proverbio che recita: “Occhio che non vede, cuore che non duole”.

Invece la marijuana light all’aperto risulta essere facilmente individuabile: gli aromi che rendono particolarmente pregiate alcune tipologie di cannabis, con sfumature e note più o meno variegate e delicate, sono unici e inconfondibili.

Fumarla, poi, aiuta tali aromi a sprigionarsi e a diffondersi nell’aria, per cui non è affatto complicato rendersi conto se in un luogo qualcuno sta fumando una canna o meno.

Inoltre le “canne” o “spinelli” hanno una forma caratteristica e facilmente distinguibile da una qualsiasi sigaretta.

Per questo motivo molti preferiscono non correre rischi e fumare cannabis unicamente entro le mura di casa.

In attesa della completa legalizzazione dell’uso della cannabis light anche a scopo ricreativo, così come avvenuto in Canada e in alcuni Stati degli USA, ti raccomandiamo di fare attenzione.

Attieniti agli usi riportati sulle nostre confezioni di erba legale oppure, se preferisci fumarla o ingerirla (magari in una buonissima torta alla marijuana!), fallo dentro le mura domestiche.