Red marijuana: ecco tutti i dettagli della marijuana rossa

red marijuana

Che cos’è la marijuana rossa (red marijuana), caratteristiche ed effetti.


Chi non conosce bene il mondo della canapa può finire col credere che questa enorme realtà si limiti alla Marijuana illegale e alla Cannabis Light.

Ma la realtà della Cannabis è vastissima e raccoglie molteplici aspetti, non solo quelli dediti all’utilizzo di questa per la combustione. Ad esempio, ci sono diversi tipi di Marijuana, ognuno con particolari specifiche e effetti dedicati più o meno al corpo e alla mente.

Un esempio è la Red Marijuana, un composto di piante famoso per le sue proprietà estremamente sedative e per l’aiuto che può dare nello gestire diversi disturbi. 

Scopriamo insieme di cosa parliamo.

Cos’è la Red Marijuana e come si differenzia dalle altre tipologie di cannabis

La Red Marijuana, chiamata anche Red Critical, è una pianta geneticamente selezionata, ovvero la sua creazione avviene attraverso l’unione di tre generi di cannabis: la Ruderalis, l’Indica e la Sativa. Parliamo quindi di una pianta estremamente rara.

Nel corso della fioritura le piante acquisiscono un colore violaceo o rossiccio con toni fortemente scuri nella zona che riguarda le cime e le foglie. Questa trasformazione coinvolge circa l’80% delle piante.

Una volta raccolte e essiccate, le cime diventeranno di un colore viola scuro, con forti toni tendenti al nero. Proprio questo aspetto estetico e le sfumature tipiche a donare a questa pianta il nome di Red.

red marijuana effetti

Concentriamo la nostra attenzione su ciò che riguarda la genetica della Ruderalis per un attimo. È l’influenza di questa varietà a far sì che la pianta in questione abbia una fase di fioritura autoindotta, mantenendosi stabile durante tutto il ciclo di crescita.

Un altro aspetto molto noto e amato della Red è il suo profumo.

Questo è anche un ottimo segnale per sapere se stiamo acquistando delle infiorescenze buone oppure un composto che cerca di imitarne l’essenza.

L’odore della Red è irripetibile, le note fruttate si mischiano perfettamente con quelle del muschio e i suoi effetti distensivi portano il consumatore a non poterne fare praticamente a meno dopo averla provata.

Leggi anche “Marijuana silver haze: tutto quello che devi sapere a riguardo“!

Come coltivare la Red marijuana nel migliore dei modi

Inizialmente, la Red in fase di crescita può ricordare un ibrido Indica-Sativa. Infatti si rileva fin da subito un certo vigore nella pianta, dimostrazione di una forte resistenza delle cime e delle foglie alle condizioni di stress a cui possono finire con l’essere sottoposte.

Sono diverse le motivazioni, oltre a quelle estetiche e olfattive, a far amare così tanto la Red marijuana. Come il fatto che questa varietà di cannabis abbia in sé mediamente una percentuale di THC che varia tra il 14 e il 16%. Parliamo di un quantitativo non estremamente alto, ma di sicuro al di sopra della media.

A far amare così tanto questa pianta ai coltivatori è inoltre la sua genetica, visto che parliamo di una autofiorente, in grado di germinare in appena 8 settimane. La Red si riconosce anche grazie al fatto che produce cime ricche di una resina molto aromatica.

La sua natura si adatta perfettamente a qualsiasi tipo di coltivazione, sia Indoor che Outdoor, dando però risultati diversi a seconda della scelta.

Se scegliamo l’Outdoor avremo un prodotto molto alto, con tempi di coltura più lunghi. Questo ci permetterà di prenderci maggiore cura delle cime e delle foglie, anche se la Red è molto resistente di suo.

In caso di Indoor, la crescita sarà comunque elevata e il prodotto finale più che cospicuo, ma i neofiti della coltura potrebbero avere qualche a gestire da subito tutti gli aspetti della coltivazione Indoor (luci, temperatura dell’ambiente, sistema di aerazione).

Si sottolinea che la coltivazione e la fioritura di semi di marijuana rossa ad alto THC in Italia è illegale. La vendita è permessa ma sono a fini collezionistici.

 

Quali sono gli effetti della Red Marijuana

La Red è nota soprattutto per i suoi effetti ibridi, che contemporaneamente offrono grande sollievo al corpo e alla mente.

Non c’è un livello di THC così alto da rischiare veri e propri stati di semi catatonia o momenti di alterazione, ma sicuramente la Red ti farà dono di sensazione di relax durature e ti aiuterà a trovare ristoro.

Chi ne fa uso, testimonia di sentire prima di ogni altra cosa la sensazione di essere investito da un’ondata di leggerezza e di sollievo, sentendo i muscoli che lentamente si sciolgono e si abbandonano. 

Un senso di benessere coinvolge il corpo e la mente, prendendone momentaneamente possesso e lasciando scivolare via tutti i pensieri negativi e lo stress accumulato durante la giornata appena trascorsa.

La Red è altamente consigliata a chi non deve soltanto gestire problemi di ansia o stress, ma anche per trattare situazioni più serie come dolori cronici, artriti, tremori o spasmi.

L’effetto dura all’incirca un paio d’ore, in cui il consumatore non è mai del tutto fuori di sé, né rischia di addormentarsi di colpo sul divano.

Quello che la Red propone al consumatore è una pace momentanea, ma totale.