Pianta di canapa maschio legale: quali sono gli usi?

canapa maschio legale

Scopri come si può utilizzare una pianta di canapa maschio legale.


Le piante di cannabis maschio, non solo per quanto riguarda la canapa legale ma anche nel caso della marijuana psicotropa, sono generalmente disdegnate dai coltivatori di questo prodotto.

Infatti l’impollinazione porta a seme le infiorescenze delle piante di cannabis femmina, mentre uno dei principali prodotti da ricavare da esse sono le infiorescenze.

Per questo motivo solitamente le piante maschio vengono estirpate e, se non si ricorre ai semi femminizzati, la germinazione di una pianta di cannabis maschio è spesso vista come una tragedia.

Nonostante la loro cattiva reputazione, le piante di cannabis maschio sono comunque ricche di proprietà e svolgono un ruolo centrale nella coltivazione e nella diffusione della cannabis.

Di seguito ti elenchiamo sei validi motivi per cui le piante maschio risultano in ogni caso essere più che utili.

1) Utilità della canapa maschio: biodiversità e sopravvivenza della specie.

Le piante maschio sono essenziali per selezionare e creare nuove varietà di cannabis: la maggior parte delle piante di marijuana più pregiate, dai sapori, gli aromi e gli effetti più apprezzati dai consumatori sono ibride, ovvero frutto di processi selettivi ove le piante maschio giocano un ruolo centrale.

Specie come la White Widow, la Blue Cheese e la Sour Diesel oggi non esisterebbero se non attraverso la selezione delle migliori varietà di piante maschio in modo da poter impollinare piante femmina di altri tipi.

La selezione di una buona e forte pianta maschio di solito avviene secondo i principali criteri:

  • Crescita e fioritura rapida non sono segni che indicano una pianta maschio forte. Solitamente si selezionano quelle che impiegano più tempo, sintomo di un processo di crescita che interessa ogni parte della pianta e di uno sviluppo omogeneo;
  • Gli steli delle piante maschio più forti sono spessi e cavi: i coltivatori esperti sostengono vi sia una proporzione tra concentrazione di cannabinoidi e il tipo di gambo, per cui piante dagli steli esili o striminziti vengono scartate;
  • Le cime ariose sono un altro sintomo di basse concentrazioni di cannabinoidi, motivo per cui si preferiscono le piante con cime dense e compatte, segno, inoltre, di un potenziale buon rendimento;
  • L’odore è un altro fattore importante: un aroma intenso è uno dei segni che caratterizzano una pianta maschio capace di portare a ibridi dalle ottime rese e dalle qualità eccellenti;
  • Senza il processo di ibridazione la biodiversità delle specie di cannabis sarebbe notevolmente ridotta, esponendo l’intera specie al rischio che malattie selettive ne minino la sopravvivenza.

2) Fibre resistenti e flessibili.

Le fibre delle piante di canapa legale maschio, al contrario di quelle femmine, sono molto più sottili e flessibili, presentandosi come ottimali per la realizzazione di tessuti più fini e l’impiego in generale nell’industria tessile.

Al contrario, le fibre delle piante di cannabis femmina sono molto più rigide e storicamente impiegate nella produzione di tele per le vele o del cordame, ovvero materiali meno pregiati dei tessuti.

usi della canapa legale maschio

Oggigiorno la richiesta di fibre più flessibili e sottili rende le piante maschio di cannabis un’eccellente coltura di cannabis industriale, con la quale realizzare lenzuola, tovaglie e fazzoletti di stoffa.

3) Radici medicinali di canapa maschio legale.

Le radici della cannabis maschio contengono una serie di sostanze dagli effetti terapeutici, i quali le rendono ottimi ingredienti, una volta opportunamente trattate, per tisane alla canapa, impacchi o altri prodotti erboristici.

In particolare, nelle radici di sesso maschile sono state rilevate concentrazioni notevoli di:

  • Friedeline, un antiossidante che protegge il fegato;
  • Epifriedelanolo, una sostanza sulla quale si stanno concentrando le ricerche nell’ambito oncologico di numerosi istituti americani;
  • Triterpene pentaciclico, un efficace antibatterico, diuretico e antinfiammatorio.

4) Semi dietetici di canapa legale.

I semi di cannabis, per il sapore delicato che ricorda quelli di girasole o quello delle mandorle, sono eccellenti integratori per la dieta, essendo ricchi di acidi grassi (omega3 e omega6), proteine vegetali e magnesio.

La vendita di semi a scopo alimentare è uno dei principali motivi per cui le colture di canapa legale vengono anche lasciate a seme e poi trebbiate.

5) Rigenerazione del suolo.

La pianta di cannabis non ama pesticidi e fertilizzanti industriali: la diffusione della sua coltura comporta già di per sé un abbassamento dell’uso di prodotti chimici altamente inquinanti per l’ambiente.

Inoltre la pianta di canapa legale è un’autopulente, ovvero i ritmi di crescita e la conformazione della rete di radici fa sì che le altre piante, specialmente le infestanti, non abbiano a disposizione spazio e luce a sufficienza per svilupparsi.

La cannabis ha l’enorme vantaggio di assorbire i metalli pesanti e altri inquinanti presenti nel suolo e migliorare la fertilità, presentandosi come la scelta ottimale nel caso di colture a rotazione o di campi da destinare a colture più impegnative e esigenti.

6) Repellente per insetti.

I terpeni propri della cannabis maschio, in particolare il limonene e il pinene, sono eccellenti repellenti dei parassiti delle seguenti piante:

  • Patate: la canapa maschio protegge dalla peronospora e dal nematode dorato.
  • Cavoli: previene le infestazioni di cavolaie.
  • Cotone, in quanto la pianta di canapa legale repelle la larva del cotone.
  • Grano: i due terpeni risultano sgraditi al verme delle radici.

In particolar modo l’odore della cannabis risulta essere particolarmente utile come repellente per le zanzare!

Se dunque prima di leggere questo articolo ti stavi chiedendo: “Ma la canapa maschio si fuma?”, ora sai che no, non si fuma.

Però conosci 6 motivi per cui la varietà maschile della cannabis light maschio risulti essere comunque utile, nonostante non sia apprezzata quanto la pianta di genere femminile.